foto_vestiti_bambino_stilizzato
Come lavare i vestiti del bambino?

Molte mamme si domandano se i vestiti del bambino abbiano bisogno di un trattamento speciale e se debbano essere lavati separatamente da quelli degli adulti. Vediamo in questo articolo quali accortezze dobbiamo prendere nel fare il bucato di un neonato.

Come lavare i vestiti del bambino? Che siate abituate alla lavatrice o che preferiate il lavaggio a mano, prima che il bambino nasca, vi consigliamo di lavare le prime tutine e i primi body che prevedete di far indossare al bambino. Questo discorso vale tanto più per gli indumenti che acquistate nei negozi o nelle grandi catene di abbigliamento: si tratta di vestitini che, per quando adorabili, subiscono innumerevoli passaggi di mani e di espositori: sono dunque potenzialmente ricettacolo di germi di qualunque tipo.

Ma quale detersivo bisogna preferire? L’importante, specialmente per i primi mesi di vita del bambino, è evitare i saponi troppo irritanti, quelli ricchi di profumi aggiunti e di coloranti. In commercio esistono detersivi specifici per l’abbigliamento dei bebè e può essere un’idea da prendere in considerazione utilizzarli nei primi mesi di vita del bambino, per cercare di abbassare il rischio di allergie da sostanze irritanti. I marchi in commercio offrono anche smacchiatori spray pensati per le macchie organiche e i residui di cibo che spesso si trovano sulle tutine dei neonati. Nei supermercati troverete inoltre additivi antibatterici e disinfettanti: il loro impiego è facoltativo.

In alternativa, per le mamme green o per chi non vuole spendere troppo in saponi e detersivi, il rimedio più immediato per le macchie è l’uso del sapone di Marsiglia o qualunque sapone vegetale – di cocco o di olio d’oliva – pensato per il bucato: è sufficiente passare questa tipologia di saponi sulla macchia prima del lavaggio, a mano o in lavatrice, per avere un ottimo risultato.

Sia che laviate a mano sia che utilizziate la lavatrice, specialmente nei primi mesi di vita del bambino cercate di fare un giro di risciacquo in più rispetto al normale: si tratta di un’azione che consente di eliminare ogni traccia di sapone dai vestiti del bambino.

Che decidiate di impiegare un detersivo specifico per i primi mesi o che vi convertiate al sapone di Marsiglia, solido o liquido, un ulteriore accorgimento riguarda il carico della lavatrice: per esperienza, vi consigliamo di lavare i vestitini del bebè insieme a quelli del resto della famiglia. Non c’è motivo per separarli dal resto dei panni sporchi: la lavatrice serve proprio per lavare, non per mescolare germi e batteri. Così facendo, oltre a sfruttare meglio la lavatrice – che farete partire ben carica – mentalmente comincerete a considerare il bambino come una presenza “usuale” della vostra famiglia e non la componente debole da tenere in una campana di vetro a tutti i costi.

mamma_prepara_vestiti saponi_marsiglia bambino_cesto_panni lavatrice
<
>

Toscana, 34 anni, giornalista da più di 10, sono mamma di Giovanna e Damiano. Su PassioneMamma.it trovate il diario settimanale della mia seconda gravidanza e tanti articoli che nascono dalla vita di tutti i giorni di una "bis-mamma". Email: a.fedeli@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *