foto_zanzare_bambini
7 rimedi contro le punture di zanzare

Con la primavera e l’estate per i bambini iniziano una serie di problemi relativi al caldo, come il cercare di evitare la disidratazione oppure le antipatiche punture di zanzare le quali sembrerebbero esser sempre pronte a pizzicare, sopratutto le carni giovani. Sarà che i più piccoli hanno la pelle più sensibile e appetibile, più carnosa o come si suol dire hanno il “sangue dolce”, fatto sta che appena incomincia la bella stagione, si ritrovano pieni di morsi di questi insetti che lasciano spiacevoli pomfi pruriginosi. Ecco quindi la necessità di consigliare 7 rimedi naturali e non, per evitare il più possibile le punture di zanzare.

  1. Cerotti: sono vendibili in farmacia e nei supermercati, si applicano sui vestiti dei bambini, in genere dietro la schiena per evitare che il piccolo possa staccarlo dalla maglietta, oppure se il figliolo è ancora un bebè anche al passeggino o alla culla.
  2. Braccialetti: possono essere indossati al polso dei bambini più grandi, oppure per i più piccini possono esser attaccati alla carrozzina. Questi gioielli di plastica colorati riuscirebbero ad allontanare le zanzare.
  3. Repellenti chimici: sono sotto forma di spray, stick, gel, lozioni o pomate spalmabili, ma anche le classiche salviettine imbevute se passate sul corpo possono dare l’ effetto anti zanzara.
  4. Oli essenziali: sono molto fastidiosi per questi insetti che al solo odore vanno in stato confusionale. Le fragranze sono alla lavanda, alla citronella, al limone e al geranio. Possono essere diluiti con l’acqua e poi messi in barattolini in casa.
  5. Prese anti zanzare: sono dotate di un diffusore con all’interno un’aroma che va messa alla corrente e che riesce a sprigionare del repellente per questi fastidiosi insetti.
  6. Limone: può essere cosparso per il corpo o semplicemente si spreme il succo e lo si diluisce con dell’aceto in un bicchiere da esporre sul davanzale della finestra.
  7. Piante: vasi da mettere sul terrazzo contenenti basilico, menta, lavanda allontana le zanzare.
  8. Zanzariere: installarle su ogni finestra, sulla culla o sui passeggini riuscirà ad evitare che gli insetti pungano i bebè.

Va ricordato che vanno lette le etichette di ogni prodotto acquistato e che dopo ogni eventuale puntura per diminuire il prurito al bambino può essere applicata una crema adatta all’età oppure un pò di ghiaccio sul pomfo. Se non si riesce ad arrecare sollievo al piccolo è sempre meglio chiedere consiglio al pediatra su quale rimedio utilizzare.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *