foto_succo_arancia

Come prevenire il tumore alle ovaie? L’aiuto delle arance

Le spremute di agrumi sono da sempre odiate dai bambini piccoli e propinate con costrizione dalle madri attente perché fanno molto bene alla salute. A confermare ciò che le nostre madri si sono tramandate di generazione in generazione, vi è un nuovo studio condotto da “l’ University of East Anglia, nel Regno Unito” che riferisce quanto il succo d’arancia ed anche il riuscirebbero a ridurre di un terzo il rischio di manifestare il tumore ovarico.

Lo studio su tali bevande, durato per 30 anni, è stato condotto su 171.940 donne di un’età compresa tra i 25 e i 55 anni. La ricerca riportata sulla rivista “American Journal of Clinical Nutrition” ha poi dimostrato che le donne che si sono definite assidue consumatrici di tè hanno visto il pericolo di ammalarsi di questa patologia del 31%, mentre le bevitrici di succhi del 21%.

Si è così dedotto che gli antiossidanti presenti in questo genere di bevande salutari riducano il rischio di ammalarsi di tumore ovarico. Ma il principale aiuto è offerto dai flavonodi capaci di migliorare la funzione dei vasi sanguigni, queste bibite ne sono ben ricche e quindi secondo il Prof. Aedin Cassidy della Norwich Medical School – University of East Anglia è fondamentale introdurre i succhi di arance in particolar modo e il nella dieta delle donne.

Il cancro alle ovaie è purtroppo un killer silente perché le donne che ne soffrono se ne accorgono soltanto tardi. Ovviamente le cause che lo provocano sono complesse ma di certo una buona dieta ed esercizio fisico contribuiscono a ridurne il rischio e poi se questo stile di vita viene condotto regolarmente assieme all’assunzione constante di succo di arancia e diventa un’ottima alternativa naturale agli energy drink che sono ricchi di conservanti .

succo di arancia tumorisucco di arancia tumorisucco di arancia tumorisucco di arancia tumori
<
>

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *