In gravidanza è normale avere dolore alle ovaie?


Piccoli dolori pelvici in gravidanza sono piuttosto normali soprattuto nelle prime settimane, quando l’organismo deve accogliere l’embrione che si annida e subire i primi sbalzi ormonali di questa fase. Alle ovaie , in particolare, è molto poco probabile avvertire dolore, solitamente è piuttosto un dolore ai legamenti o agli organi circostanti, dato che le ovaie sono in una fase di “riposo”.

Normalmente al di fuori della gravidanza le ovaie sono stressate dalla stimolazione dell’ipofisi che le induce a produrre ciclicamente estrogeni e progesterone ed è facile avvertire dolori in questa sede sopratutto in procinto dell’ovulazione. Durante la gravidanza invece il corpo luteo che si forma dopo l’ovulazione non regredisce come avverrebbe in un normale ciclo mestruale ma rimane attivo grazie all’azione delle BetaHCG prodotte dall’embrione e stimolato a produrre estrogeni e progesterone per la gravidanza.

Questa abbondante produzione di progesterone invia un segnale all’ipotalamo al fine di bloccare l’asse ipofisi-ovaio. In questo modo le ovaie non subiscono più la stimolazione dall’ipofisi e in linea teorica non dovrebbero dare dolore.

Salvo casi rari in cui non sia presente una massa anomala o una torsione ovarica, tutte cose in ogni caso visibili all’ecografia, è più verosimile che il dolore acuto sia dovuto agli organi circostanti come intestino, appendice, oppure quando si tratta solo di un fastidio, è probabile che si tratti di uno stiramento da parte dei legamenti dovuto all’aumento dell’utero.

In ogni caso in caso di dolore una visita dal ginecologo e un ecografia potranno tranquillizzarvi ulteriormente sulla situazione.

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *