foto_svezzamento difficile
“Sta arrivando il fratellino”: 10 errori da evitare

Un fratellino per il primogenito non è sempre cosa gradita, specialmente nei primi 3 anni di anni di vita, quando ogni bambino vorrebbe sentirsi il centro unico e indiscusso delle attenzioni di mamma e papà. A complicare il tutto ci sono una serie di errori che inconsapevolmente genitori e parenti commettono spesso.

Sta spopolando sul web il video del bambino americano di cira 8 anni che alla notizia di un fratellino reagisce con una Filippica contro la madre, manifestando tutto il suo disappunto. “Avevi proprio bisogno di un’altro figlio? Ne hai già due. Questo tuo continuo bisogno di figli è esasperante!” borbotta il bambino, visibilmente infastidito dall’annuncio.

A parte l’aspetto comico, questo video desta delle acute riflessioni su come in effetti un figlio possa vivere male l’arrivo di un fratellino o di una sorellina, soprattutto dello stesso sesso, cadendo nel dubbio di non essere abbastanza per i suoi genitori o di dover essere inesorabilmente sostituito dopo una certa età. Ed ecco che si scatena in lui l’inevitabile gelosia.

Solitamente questa sindrome da detronizzazione si attutisce quando il bambino riesce a spostare il suo bisogno di attenzioni anche all’esterno del nucleo familiare. Questo processo comincia verso i tre anni, e in linea più generale quando si supera il Complesso Edipico. Ma forme più o meno accentuate di gelosia sono imprevedibili e inevitabili a qualunque età.

Per agevolarvi nel delicato ma importante compito di introdurre al meglio il nuovo fratellino nel nucleo familiare, abbiamo riassunto quelli che sono gli errori più comuni dei genitori che andrebbero evitati secondo gli psicologici.

1-Non lasciare che lo venga a sapere tramite nonni, amici o altri parenti. E’ importante che siate voi a renderlo partecipe di questa notizia per non rischiare di perdere la sua fiducia.

2-Non presentate il fratellino/sorellina come un compagno di giochi perché rischierete di deluderlo non appena si accorgerà che non è così. Per renderlo partecipe della realtà potrebbe essere molto utile comprargli un pupazzetto o un bambolotto con il quale mostrargli di quali cure avrà bisogno. In questo modo potrà identificare il fratellino come un suo bambolotto con cui giocare.

3-Non tenetelo all’oscuro degli eventi. Spiegategli che andrete in ospedale, che tornerete appena possibile e che nel frattempo qualcun altro si occuperà di lui. Salutateli sempre prima di andare a ricoverarvi o se questo non è possibile ricordatevi di lasciargli un bigliettino. Permettetegli di venirvi a trovare

4-Dopo la nascita non forzatelo a vedere subito il fratellino ma aspettate che ne abbia spontaneamente voglia. Nel frattempo sarebbe carino fargli un regalo da parte del “nascituro” per creare fin da subito un buon rapporto tra loro e per compensare a tutti i regali per il nuovo nato che gli passeranno sotto il naso.

5-Evitate situazioni in cui le attenzioni di tutti sono rivolte al neonato. Cercate sempre in questi momenti di renderlo partecipe durante le conversazioni con amici e parenti, facendovi raccontare come ha trascorso la giornata cosa ha fatto a scuola ecc.Il padre in queste occasioni gioca un ruolo fondamentale in quanto può approfittare delle visite per uscire ritagliare dei momenti solo con lui.

6-Evitate di costringerlo a prendere in braccio il fratellino, ma evitate anche di impedirgli di toccarlo. Consentitegli liberamente di prenderloin braccio con la vostra supervisione quando lo desidera.

7-Non lo rimproverate se mostra atteggiamenti di regressione. Si succhia il pollice, vuole il biberon o il pannolino e parla come una bambino piccolo? Assecondate il suo bisogno di essere ancora accudito. Questo lo rassicurerà sul fatto di non aver perso le vostre attenzioni e di essere importante quanto il fratellino.

8-Non mettetelo in seconda fila, ma continuate a fare con lui tutto quello che facevate anche prima e parlate delle emozioni che prova, mostrandovi comprensive anche verso quelle negative.

9-Non iniziate un’ attività con il più piccolo prima di assicuravi che lui sia impegnato in una sua attività e siate pronte a gestire anche le sue richieste, che tipicamente formulerà proprio quando siete occupate con il fratellino, solo per attirare la vostra attenzione.

10- Non smettete mai di convincerlo del fatto che lui piaccia al fratellino, anzi sottolineate spesso tutti i sorrisi che il neonato gli fa e il fatto che è felice di avre lui come fratello maggiore con cui crescere.

Anche da ostetrica mi domando spesso come sia possibile che dentro le donne crescano bambini. Amo il fitness e mi occupo di corsi di ginnastica Prenatale e post-natale. Mi piace cantare, ballare, scrivere, recitare e cucinare, ma non so fare niente di tutto questo! :) Email: g.landy@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *