foto_scarpe_bambini

10 motivi per togliersi le scarpe prima di entrare in casa

Molto spesso si comprende l’importanza di togliersi le scarpe prima di entrare in casa soltanto quando nascono dei figli pronti a gattonare o a trascorrere ore di gioco sdraiati comodamente sul pavimento. Invece è bene riconoscere che in realtà esistono ben 10 validi motivi per far sì che tutti i membri della famiglia indossino delle pantofole, dei calzini antiscivolo o quant’altro per le mura domestiche.

  1. Batteri: sono i nemici numero uno ed è stato provato da uno studio dell’ Università dell’Arizona che la suola delle scarpe riesce a raccogliere oltre 400 mila batteri dall’esterno, portandoli quindi dentro casa. Essi sono capaci di provocare diversi tipi di infezioni patogene, che però nella maggior parte dei casi il nostro sistema immunitario riesce a difendere, ma è bene ricordare che se in un appartamento vi sono persone malate, anziani o bambini, che sono di salute più debole è meglio levarsi le scarpe.
  2. Sostanze tossiche: fra queste ricordiamo i residui di erbicidi che sono facilmente trasportabili con le calzature dall’esterno verso l’interno.
  3. Sporcizia: quando si cammina per strada si possono calpestare involontariamente escrementi, terriccio, polveri, sputi… ed altre sostanze non visibili ad occhio nudo che però si insidiano sulle suole delle scarpe.
  4. Prevenzione dei piedi piatti: la calzatura costringe il piede in una determinata posizione certamente non adeguata a tutta la giornata e perciò è bene indossare le scarpe solo quando si esce.
  5. Comfort: quando si è nella propria dimora, si vuol star comodi e liberare il piede prediligendo di restare scalzi o di indossare delle pantofole per rilassarsi.
  6. Rispetto per gli oggetti: togliersi le scarpe appena si apre la porta dell’appartamento è anche una forma di rispetto nei confronti di ciò che si possiede di delicato in casa, come divani, coperte, tappeti ecc. che certamente non verranno usurati con le pantofole
  7. Pavimento pulito: così facendo a terra le mattonelle sembreranno più pulite perché non calpestate da tacchi o suole pronte a tracciare di nero ogni singolo passo.
  8. Lavoro domestico minore: se si prende questa sana abitudine si può pulire la casa meno volte al giorno rispetto a se si lasciano le scarpe per l’appartamento pronte a portar sporcizia esterna.
  9. Lo stile della casa: da non sottovalutare che togliendosi le scarpe all’ingresso o appena si supera la soglia, si potrà mettere una panchetta per sedersi e scalzarsi o ancora fare una casa stile giapponese, insomma si potrà cambiare il look domestico.
  10. Rispetto per i condomini: in fine non resta che ricordare che chi abita al piano sottostante al nostro, è costretto a sentire il continuo ticchettio dei tacchi o delle scarpe, creando così richiami per i passi. Ecco che un’altro valido motivo è quello di non litigare con i vicini, e quindi scalzarsi.

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell'Università "La Sapienza". Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e "rubando" i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco. Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *