foto_pancia_gravidanza

10 cose da non dire a una donna incinta

Non si capisce bene perché, ma quando ci si trova di fronte a una donna in dolce attesa spesso si pronunciano una serie di frasi che, oramai, sono diventate veri e propri cliché che sarebbe meglio tenere per sé. La donna, si sa, già per sua natura è un tantino permalosa, ma quando ha il pancione potrebbe diventare ancora più suscettibile.

1- “Era ora, finalmente ti sei decisa”: questa, personalmente, è una delle frasi più antipatiche e irriguardose che si possano rivolgere a una donna che aspetta un figlio, ovviamente rivolta alle future mamme che hanno superato i trent’anni. Viviamo in un Paese dove per arrivare ad avere una preparazione professionale e una stabilità nel lavoro ci vogliono anni; dove la donna ancora deve fare salti mortali per coniugare vita personale e carriera; dove le donne che lavorano ricevono, non si capisce bene perché, stipendi più bassi degli uomini con lo stesso ruolo. Serve altro per capire per quale motivo sono sempre di più le mamme ‘mature’.

2- “Adesso devi mangiare per due, è tutta salute del bambino”: altra leggenda metropolitana che, per fortuna, oramai sono in poche a seguire. Ingrassare di 15/20 chili in gravidanza non è affatto buono, né per il bambino né per la mamma che potrebbe andare incontro a rischi anche grossi. Una volta nato il bebè, poi, alla donna aspetta un periodo psicologicamente pesante, e ritrovarsi con troppo chiletti in più da smaltire non l’aiuterebbe di certo.

3- “Dormi adesso che quando nasce non riposerai più”: ma chi ha inventato una cosa del genere? E’ ovvio che tra pappe e cambio di pannolini i ritmi del sonno sono destinati a cambiare; è ovvio che eventuali colichette d’aria del neonato potranno farci trascorrere più di qualche nottata in bianco; quello che, però, non è tanto ovvio è che questa non è la regola generale. Personalmente ho continuato a dormire senza grossi sconvolgimenti quando è nato Francesco, quindi a che serve impaurire le future mamme per qualcosa che nessuno sa se davvero succederà?


Leggi anche: 5 frasi che un papà non dovrebbe mai dire a una neo mamma


4- “I figli sono delle mamme”, ovvero “Scordati che avrai l’aiuto del tuo compagno”. Altra balla che bisognerebbe evitare di dire. Oggi sono tantissimi gli uomini assolutamente consapevoli di quanto sia importante la loro presenza nella vita di un figlio fin dai suoi primi giorni di vita. Devono esserci e vogliono esserci (sapete che è fondamentale il contatto pelle a pelle tra papà e figlio?). Quando questo non succede, spesso la responsabilità è proprio di noi donne.

5-“Sicuramente rinnoverai il nome dei suoceri…”. Mettiamo in chiaro una cosa: la scelta del nome di un bambino, che è una persona, non è da fare a cuor leggero visto che quel nome se lo porterà appresso per sempre. E allora non esiste alcun motivo al mondo per cui si debba dare per scontato che il neonato avrà il nome del nonni, soprattutto se parliamo di un nome non eccezionale. Sono i genitori che devono fare questa scelta, liberi da qualsiasi condizionamento esterno ( e se nonna e suocera vogliono decidere loro?).

6- “Sei incinta? Ma se non ti sono mai piaciuti i bambini…”. Un’altra frase da evitare di fronte a una donna incinta. Se a vent’anni una ragazza a tutto pensa fuorché a diventare mamma non è perché esclude questo progetto dalla sua vita, semplicemente perché a quell’età ha diritto a fare ben altri pensieri.

7-“Mi raccomando, non prendere mai nessuna medicina, piuttosto sopporta ogni dolore”. Ogni donna incinta sa che in questo periodo non può prendere tutte le medicine che vuole, ma sarà il medico a dirle quali potrà usare senza alcuna conseguenza per il neonato.

8- “Sapessi cosa ti aspetta al momento del parto…”: una frase talmente sciocca, talmente fuori luogo e inopportuna che è anche inutile commentarla.

9-“Posso toccare il pancione?” e intanto chi lo chiede sta già accarezzando la pancia. A meno che non si tratti di una persona intima, non a tutte le donne incinte può far piacere che chiunque tocchi la propria pancia.

10-“Come farai con il lavoro?”: in qualche modo la neo-mamma saprà certamente organizzarsi, evitiamo di crearle problemi che saranno risolti a tempo debito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *