male al seno
Vescicole sul seno durante l’allattamento: cosa sono e come si curano

Vescicole sul seno

Mai sentito parlare di vescicole sul seno durante l’allattamento? Beh, la testimonianza di una neomamma ha acceso i riflettori sull’argomento.

Vescicole sul seno: il racconto di una mamma

Qui di seguito le sue parole nel descrivere l’episodio:

“Ho lottato con l’allattamento al seno dal primo momento in cui è nato mio figlio. Allattare era estremamente doloroso, a dispetto del fatto che le infermiere e i consulenti per l’allattamento mi aiutassero in ospedale. Mi hanno assicurato che l’attacco era ottimo, non aveva l’anchiloglossia, era troppo presto per preoccuparsi del flusso di sangue. Sfortunatamente la mia pelle sensibile e la forte suzione di mio figlio non erano problemi che potessero essere risolti”.

“Ma poche settimane dopo ho lasciato l’ospedale con il mio neonato, un seno era particolarmente dolorante. Sentivo dolori acuti, come pugnalate, ogni volta che allattavo mio figlio da quel lato. All’inizio non mi sono preoccupata molto perché un allattamento al seno doloroso sembrava la norma per me, poi ho notato una macchia bianca sorgere sorgere sul mio capezzolo e questa faceva molto male”.

“Ricordo vagamente di aver letto qualcosa sulle macchie bianche in qualche libro sulla gravidanza. Non riuscivo a ricordare nessun dettaglio eccetto il fatto che fosse un brutto segno. Era sera tardi, quindi mi sono rivolta a internet per le risposte. Dopo aver cercato online, sono arrivata alla conclusione che avevo la candida perché molti sintomi combaciavano”.

“Sembrava serio e, secondo Google, poteva diventare anche peggio. Più leggevo e più ero spaventata. Dopo una chiamata in panico con il mio consulente per l’allattamento ho scoperto che non era candida, ma una vescicola. Sì, avete letto bene. Ho chiesto al mio consulente per l’allattamento di fare lo speaking per me perché non avevo idea di cosa parlasse”.

“A quanto pare questa vescicola è una bolla bianca o gialla sul capezzolo che blocca il latte dall’uscire da quel poro. Queste bolle di latte possono causare dolore al seno, dolore ai capezzoli e un basso flusso di latte. Secondo la consulente per l’allattamento, Laurie Barbalinardo, queste vescicole non devono essere dolorose, ma quasi sempre lo sono”.

vescicole al seno

Vescicole in allattamento

Quanto dichiarato è un racconto reale, successo ad una donna che ha sviluppato questa vescicola sul seno nel primo mese di allattamento al seno. Successivamente, quando stava svezzando suo figlio è ricomparsa a distanza di pochi mesi, e questo non è comune.

Queste veschicole possono comparire in qualsiasi momento durante il periodo in cui si allatta al seno. Si forma un piccolo bozzo bianco su un capezzolo: è questo il primo segnale di allarme. Si può anche avere dolore e notare cambiamenti nell’emissione del flusso di latte.

Spesso la si scambia per candida, ma quella di solito si verifica su entrambi i capezzoli, quindi il fatto che solo un seno sia interessato deve far capire che probabilmente non si tratta di un’infezione micotica. In ogni caso non bisogna fare autodiagnosi.

È sempre preferibile parlare con un esperto anziché fare un’autodiagnosi: c’è sempre un potenziale pericolo nel non sapere cosa stai trattando. Fondamentale è avere il giusto supporto per l’allattamento al seno dove si può parlare con un’ostetrica in grado di rispondere a tutte le domande.

Video aiuto per allattamento al seno

Vescicole

La buona notizia è che una vescicola, nella maggior parte dei casi, si può rimuovere autonomamente a casa. Successivamente si consiglia di usare una crema antibatterica per prevenire l’infezione.

Barbalinardo raccomanda di usare un asciugamano ruvido per aprire la vescicola nella doccia, il getto di acqua calda rende tutto meno doloroso. Altrimenti si può contattare un sanitario che userà un ago sterile per aprire la vescicola, è necessario rimuoverla per stare meglio.


Leggi anche: Come l’allattamento al seno influenza la salute del bambino


Ignorarla può indurre il bimbo a rigettare il latte, perché il flusso è lento e la mamma può sviluppare un condotto ostruito o una possibile mastite.

Fortunatamente, una volta che la vescica è aperta, tutto migliorerà velocemente, la macchia sul seno sparirà e tutto andrà bene. Sfortunatamente è qualcosa che la maggior parte della mamme che allattano al seno non conoscono fino a quando non capita a loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *