foto_befana

Canzone della Befana: la più famosa

Canzone della Befana

L’Epifania tutte le feste porta via! Questa buffa vecchietta sempre sorridente, con indosso un vestito pieno di toppe, la notte tra il 5 e 6 gennaio porta in dono una calza ai bambini volando su una scopa! Solo i bimbi più buoni riceveranno dolci e caramelle. Quelli che sono stati dispettosi troveranno nella calza del carbone… Alla Befana sono state dedicate tante simpatiche canzoncine e filastrocche, ricordiamo quelle più famose e belle. Buon ascolto!

La Befana vien di notte

Qual è la vera storia della Befana? Secondo la leggenda, i Re Magi erano in viaggio per Betlemme per portare i loro doni a Gesù, quando si accorsero di non riuscire a scorgere il cammino giusto. Decisero di chiedere l’aiuto di una vecchietta che li aiutò e regalò loro dolci. I Re Magi, inteneriti dalla sua magnanimità, le pregarono di accompagnarli.

Lei rinunciò all’invito per non lasciare la casa incustodita. Più tardi, pentitasi per non essere andata con loro, preparò un cestino pieno di dolciumi e andò a cercarli, senza successo. Si fermò ad ogni casa che trovò lungo il suo tragitto, regalando dolci ai bambini presenti, auspicando che uno di loro fosse il bambino Gesù. Da allora vaga per il mondo donando caramelle e dolci a tutti i bambini.

Canzone della Befana

Una delle filastrocche più popolari è quella che trovate di seguito:
la befana vien di notte con testo

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
col vestito alla romana:
Viva viva la Befana!”

“La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte,
con la scopa di saggina:
viva viva la nonnina!”

“La Befana vien di notte
co le scarpe tutte rotte
le calzette a la romana
tira giù’ la cappellana.

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
un ciuffone tutto blu
fichi e noci butta giù.

La Befana zitta zitta
quando vien la neve fitta
passa riempie la calzina
oh, che bella Befanina!”

“La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte
il suo sacco è pien di toppe
e le ossa ha tutte rotte.

La Befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte,
il vestito trulla là, la Befana:
“Eccomi qua!!!”

“La Befana vien di notte,
con le scarpe tutte rotte,
le sue guance son pagnotte,
i suoi occhi fanno a botte.

Ti va bene se ci credi,
perché troverai bei doni.

Ti va male se la vedi
mentre passa a mezzanotte,
perché troverai carboni
con cipolle cotte!”

“Vien dai monti a notte fonda.
Com’è stanca! La circonda
neve, gelo e tramontana.

Viene, viene la Befana!

Canzone della Befana

Canzoni della Befana

Una delle canzoni sulla befana più famose è quella interpretata nel 1978 da Gianni Morandi. La canzone, che assomiglia a una famosissima filastrocca, parla della Befana, che viene descritta come un personaggio che “vien di notte” e che porta “le scarpe tutte rotte”.

Testo de “La Befana Trullalà”

Trullalà Trullalà Trullalà

La Befana vien di notte
Con le scarpe tutte rotte
Con la calza appesa al collo
Col carbone col ferro e l’ottone
Sulla scopa per volare
Lei viene dal mare x2

E la neve scenderà
Sui deserti del Marajà
Dall’Alaska al Canadà
E partire lei dovrà
E cantando partirà
Da ciociara si vestirà
Con il sacco arriverà
La bufera vincerà
E cantando Trullalà
La Befana arriverà

Trulallà Trullalà Trullalà

Un bambino grande come un topolino
Si è infilato nel camino
Per guardarla da vicino
Quando arriva la Befana
Senza denti
Salta balla beve il vino
Poi di nascosto s’allontana
Con la notte appiccicata alla sottana

E un vento caldo soffierà
Sui deserti del Marajà
Dall’Alaska al Canadà
Solo una stella brillerà
E seguirla lei dovrà
Per volare verso il Nord
E la strada è lunga ma
La bufera vincerà
E cantando Trullalà
La Befana se ne va
E cantando Trullalà
Trullalero Trullalà x2

Ecco dei video della befana per cantare e divertirsi insieme.

La befana con le toppe di Gennaro Raia possiede un ritmo che ricorda la tradizione folkloristica italiana.

Arriva la befana (canzoncine di Mela Music) è cantata da un coro di bambini e accompagnata da una dolcissima voce femminile. Racconta di dolcetti e calze golose per i piccini.

Una simpaticissima canzoncina è “Chissà perchè – La Befana”. Ci parla di una befana che vola su una stella!

Filastrocca della Befana

Iniziamo a leggere questa filastrocca sulla befana per iniziare a viaggiare con la fantasia su un “razzo” o sopra un camino”…

La Befana Spaziale di Gianni Rodari

Su quel pianeta la Befana
viaggia a cavallo di un razzo
a diciassette stadi
e in ogni stadio
c’è un bell’armadio
zeppo di doni
e un robot elettronico
con gli indirizzi dei bambini buoni.

Anzi con gli indirizzi
di tutti i bambini, perchè
ormai s’è capito
che di proprio cattivi non ce n’è.

Accadde alla Befana di Maria Loretta Giraldo

Mentre andava la befana
nella casa di un bambino,
s’impigliò con la sottana
sopra il bordo del camino.

Per lo strappo il grosso sacco
le sfuggì, cadde di sotto,
non restò nemmeno un pacco
che non fosse tutto rotto.

«Che disastro, che disdetta»
sotto il cielo cupo e bigio,
mormorava la vecchietta.
«Ci vorrebbe un bel prodigio».

Poi, facendo un gran sorriso,
verso il cielo volse gli occhi
ed il sacco, all’improvviso,
fu ancor pieno di balocchi.

«Che un bambino attenda invano
non sia mai, parola mia»
disse la befana, piano.
Poi riprese la sua via.

Chi sarà? di Teresa Zaccuri

Toglie addobbi agli alberelli,
ai presepi i pastorelli,
lascerà dietro una scia
tutta di malinconia.

Ma ai bambini più piccini
donerà calze e dolcini.

È, da sempre, la più anziana.

Chi sarà? Ma è la…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *