foto_sport_gravidanza

Camminare in gravidanza: tutti i benefici

Camminare in gravidanza

Svolgere un’attività fisica fa bene sempre sia quando si aspetta un bambino sia prima che dopo. Aiuta la circolazione, a stimolare le endorfine e a liberarsi di tutte le tossine in eccesso. Camminare tutti i giorni è consigliato durante la gravidanza, perchè contribuisce a sgonfiare i piedi e a evitare di ingrassare troppo svolgendo una vita più sedentaria come una mamma chioccia.

Chi già pratica questo sport può proseguire diminuendo lo sforzo in gravidanza, la soluzione più consigliata è quella di passeggiare per almeno 30-40 minuti al giorno, che vale anche per chi inizia per la prima volta a muoversi dopo un lungo letargo. La semplice passeggiata può diventare corsa in gravidanza l’importante è seguire alcune indicazioni: avere sempre a disposizione una bottiglia d’acqua, fare in modo che la temperatura corporea non superi i 38° e che siano tenuti sotto controllo le pulsazioni in gravidanza.

Infatti, già la tachicardia all’inizio della gravidanza è una componente che caratterizza il corpo che cambia, in quanto aumenta il volume del sangue e quindi anche la frequenza e il lavoro del cuore che portano a battiti accelerati in gravidanza. Una giovane donna in dolce attesa non dovrebbe superare i 140- 150 battiti al minuto mentre dopo i 30 anni i 130.

Sport in gravidanza

Sport e gravidanza combaciano alla perfezione tranne in alcuni casi. Il medico può consigliare di evitare di fare esercizi per donne in gravidanza quando c’è una minaccia di aborto o di parto prematuro, se la placenta è previa e prima di iniziare un’attività è bene consultare il proprio ginecologo che avrà chiara la situazione a seconda dell’andamento della gestazione.

In alcuni casi ci sono movimenti da evitare in gravidanza, soprattutto quelli che richiedono uno sforzo eccessivo, che possono produrre una minor produzione di ossigeno e nutrimento per il bambino. Inoltre, è importante evitare la posizione supina in gravidanza per scongiurare la compressione della vena cava inferiore e nell’ultimo mese di attesa a fine gravidanza è meglio stare di più a riposo.

camminare in gravidanza

Attività fisica in gravidanza

Tra gli sport più consigliati per una futura mamma c’è sicuramente il nuoto in gravidanza e in particolare l’acquagym in gravidanza. L’acqua è un toccasana perchè allevia i gonfiori tipici del periodo, inoltre rende più facile muoversi nonostante il pancione, così ci si sforza di meno.

Chi desidera stare in compagnia può anche iscriversi in palestra in gravidanza per seguire corsi come yoga o pilates, che aiutano anche a ridurre lo stress ed eventuali pensieri negativi, come può aiutare anche ballare in gravidanza lasciandosi seguire da esperti di coreografie premaman.

Mentre chi, invece vuol muoversi poco per timore o perchè il meteo non consente lunghe passeggiate va bene anche utilizzare cylcette in gravidanza o tapis roulant in gravidanza. Entrambi sono attività da svolgere con bassa intensità, tenendo sotto controllo i propri battiti e la propria stanchezza fisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *