foto_seggiolino_bambino
Allarme seggiolini in auto e cellulari: il Governo boccia la proposta

Manovra, salta la norma sull’uso di cellulari in auto e allarmi seggiolini

Novità dal Senato: salta infatti in aula l’esame sulla normativa che prevedeva multe salate per l’uso di cellulari alla guida e l’obbligo di prevedere allarmi per i seggiolini dei bimbi. Queste misure non saranno messe ai voti a causa dell’estraneità della materia.

Emandamenti inammissibili

Sono oltre 2.000 gli emendamenti che la Commissione bilancio della Camera ha dichiarato “inammissibili per estraneità di materia o per difetto di copertura“. La stretta sull’uso del cellulare alla guida, ricorda il Corriere della Sera, stabiliva l’inasprimento delle sanzioni per chiunque usasse lo smartphone alla guida con la sospensione della patente e una decurtazione di 10 punti.

Cosa prevedeva la norma

La commissione Trasporti della Camera aveva, lo scorso sette dicembre, approvato una serie di emendamenti tra i quali l’obbligo di installazione di dispositivi che segnalavano ai genitori la presenza di bimbi a bordo. Non solo: tra le proposte, anche quella di multe salate nei confronti di tutti coloro che avessero utilizzato il cellulare alla guida.

Tanti, troppi, episodi

Sempre più spesso, specie negli ultimi tempi, sentiamo parlare di genitori che dimenticano in auto i propri figli. Il 16 giugno scorso, un bambino di 6 anni è stato lasciato in auto dal padre, che era entrato in un supermercato per fare spesa, sotto il sole cocente. Il piccolo è stato soccorso dagli agenti della polizia municipale in centro a Scandiano, nel Reggiano.

Come dimenticare poi il caso della mamma di Arezzo che si è recata a lavoro convinta di aver accompagnato la figlia a scuola. In realtà la piccola, di soli diciotto mesi, era stata dimenticata in auto dalla donna. É rimasta nella vettura per ben cinque ore, prima del decesso. Inutile la disperazione della donna per la quale è scattato reato di omicidio colposo ed il reato di abbandono di minore.

E poi ancora il caso di Milano: una bimba di appena dodici mesi è stata dimenticata in auto dalla madre. La piccola, portata di corsa in ospedale, non è mai stato in pericolo di vita, ma ha subìto un fortissimo shock. Cosi come la mamma, che non si è resa minimamente conto di aver lasciato la bimba in auto.

La madre della bambina, in quel caso, non è stata denunciata. I genitori della piccola, secondo testimonianze, sarebbero entrambi stimati professionisti. Non a caso la polizia ha voluto sottolineare come non si trattasse di un contesto familiare disagiato, piuttosto di un tragico incidente.

Le parole di Gentiloni

Tante, troppe storie che tuttavia non hanno convinto i membri della Commissione di Bilancio ad approvare l’emendamento sugli allarmi per i seggiolini. La legge di bilancio “non può essere una nuvola di segnali in direzioni svariate, anche quando ci sono risorse limitate vanno concentrate sui giovani e sul lavoro” ha fatto sapere il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni nel corso del convegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *