foto_foto_figli_social

Pubblicare foto dei figli sui social senza il consenso dell’altro genitore è reato

Sempre più spesso i genitori pubblicano sui vari social foto dei figli. Immagini simpatiche e belle che tante volte le mamme e i papà pubblicano per far vedere i loro bimbi. Può capitare però che il partner non sia d’accordo con la scelta di mettere online foto dei figli. I genitori devono essere entrambi d’accordo per pubblicare foto dei figli sul web. A dirlo è una storica sentenza del Tribunale di Mantova.

Il Tribunale di Mantova ha stabilito che un genitore non può pubblicare le foto dei figli minorenni su Facebook senza il consenso dell’altro genitore. Le foto che sono state messe in rete senza che l’altro genitore fosse d’accordo vanno immediatamente rimosse.

La sentenza del giudice Mauro Bernardi riguarda il caso di due genitori separati. Il padre ha richiesto la revisione dell’accordo dell’affido esclusivo alla madre. Nel presentare ricorso, il papà ha raccontato che la madre dei bambini pubblicava foto senza il suo consenso. I piccoli hanno 3 anni e mezzo e 1 anno e mezzo. Il padre si era opposto alla pubblicazione delle foto ma la madre non ha preso in considerazione la sua opinione.

Quando il papà ha visto che le foto erano ancora online, ha fatto ricorso al giudice, che gli ha dato ragione. Il giudice ha ordinato alla madre di non pubblicare più foto dei figli online e di rimuovere tutte quelle già presenti. Il giudice Mauro Bernardi ha fatto riferimento all’articolo 10 del codice civile che riguarda proprio la tutela all’immagine.

Gli esperti consigliano di non pubblicare foto dei bambini

Per pubblicare foto dei figli minorenni online bisogna è necessario quindi che entrambi i genitori siano d’accordo. Gli esperti comunque consigliano di evitare di postare foto dei bambini sui vari social network.

Il Garante della Privacy qualche mese fa ha consigliato di non pubblicare immagini dei bimbi sul web perché la pedo-pornografia è sempre più diffusa e le foto potrebbero essere facilmente rubate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *