carta acquisti
Bonus figli fino a 25 anni per tutti: si alza la soglia Isee

Bonus figli a carico: le novità dal Governo

In questi giorni il Governo sta discutendo numerosi emendamenti, molti dei quali riguardanti bonus ed agevolazioni per le famiglie. Tra questi, vi è anche il sussidio per i figli a carico, aggiornato con una importante novità: le misure per “aiutare le coppie sulla natalità“, infatti, consentiranno ai figli di restare a carico della famiglia anche dopo aver superato la soglia di reddito di 2.800 euro.

La proposta del Pd

Se oggi un giovane prende 2.800 lordi esce dal carico familiare, quindi diventa un disincentivo fiscale“, ha detto il presidente della commissione Bilancio Giorgio Tonini del Pd. L’obiettivo, spiega, è quello di “alzare po’ il tetto. L’ideale sarebbe 5.000 euro, che l’Istat considera come soglia di povertà; avrebbe senso dire che sotto quella soglia devi essere a carico, altrimenti sei povero“, ha dichiarato a margine dei lavori sulla legge di Bilancio.

Aumentando dunque la soglia ai 5.000 euro, si amplierebbe il numero dei nuclei familiari che avrebbe diritto allo sconto previsto sulle tasse (detrazione di 950 euro). Impossibile, tuttavia, arrivare alla cifra indicata da Tonini, per via dell’enorme spesa che l’emendamento comporterebbe. L’augurio, però, è quello che si possa comunque avvicinarsiil più possibile a quella soglia“. Anche se “la coperta, come sempre – ha concluso – è troppo corta. Bisogna far quadrare i conti“.

In discussione al Senato: raggiunto un accordo di massima

Dovrebbe comunque salire dai 2.840 di oggi a 3.500 euro il tetto massimo di reddito dei figli per considerarli a carico dei genitori. Non cambierebbe invece il limite massimo d’età dei figli, che resterebbe di 25 anni. Questa una delle novità che potrebbe arrivare dal nuovo disegno di legge di Bilancio, in questi giorni sotto esame del Senato.

Legge di Bilancio in discussione al Senato

Insomma, la volontà c’è, bisogna considerare le possibilità economiche. Questa è solo una delle riforme in discussione al Senato in questi giorni. L’altra, che è già stata confermata, riguarda la proroga del Bonus Bebè per altri tre anni. Data quasi per certa la scadenza dell’agevolazione alla fine dell’anno, il sussidio per ogni figlio a carico è stato a sorpresa rinnovato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *