foto_bonus_bebè_isee

Bonus bebè: l’Isee va rinnovato entro il 31 dicembre, pena la sospensione

Il bonus bebè è un sussidio fondamentale per le famiglie italiane con bambini piccoli. Da ben 2 anni il sussidio sostiene le famiglie con un basso Isee e dà loro un assegno mensile in grado di supportare nelle spese che inevitabilmente ci sono con un figlio piccolo. Il bonus può essere erogato per un massimo di 3 anni, ma ovviamente i requisiti di reddito devono sussistere per ogni anno. L’Istituto ha avvisato i genitori di dover rinnovare l’Isee 2017 entro il 31 dicembre, pena il blocco del bonus.

Il bonus è stato sospeso a molte famiglie che non hanno presentato l’Isee

Molti genitori non hanno ancora provveduto alla presentazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) 2017 essenziale per il rilascio del bonus per l’anno in corso. A queste famiglie il bonus è stata sospesa l’erogazione dell’assegno per l’anno in corso.

Affinché l’Inps possa riprendere con i pagamenti bisogna presentare al più presto la Dichiarazione Unica Sostitutiva per l’anno in corso. La data massima di presentazione dell’Isee è il 31 dicembre 2017. Cosa succederebbe al bonus se la famiglia non dovesse presentare l’Isee entro questa data?

Il bonus verrà bloccato alle famiglie che non presenteranno l’Isee

Se la famiglia non dovesse presentare l’Isee entro il 31 dicembre 2017 perderebbe tutte le mensilità per il 2017. Inoltre la domanda decaderebbe: il bonus non sarebbe erogato neppure l’anno prossimo, ovvero il 2018. L’Inps consiglia quindi di recarsi al più presto presso un Caf o un commercialista per sottoscrivere la DSU per l’anno in corso. Le domande interessate sono quelle fatte nel 2015 e nel 2016.

Bonus bebè, ecco perché bisogna rinnovare l’Isee

Il bonus bebè viene dato alle famiglie con Isee minore di 25.000 euro: questi nuclei familiari ottengono 80€ al mese. Alle famiglie con Isee minore di 7.000€ vengono erogati 160€ mensili. Ovviamente i requisiti devono sussistere ogni anno altrimenti l’erogazione del bonus viene sospesa. Per questo motivo è necessario presentare ogni anno il nuovo Isee e dimostrare quindi di avere i giusti requisiti per ottenere il sussidio.

Negli ultimi giorni si è parlato molto di bonus bebè perché la Legge di Stabilità 2018 lo aveva eliminato. Dopo le tante proteste delle famiglie e di molti partiti politici come il Pd e Alleanza Popolare, molto probabilmente il Governo deciderà di rifinanziare il bonus. Sicuramente per il nuovo anno cambieranno i requisiti e l’Isee per chiedere il bonus dovrà essere più basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *