foto_sonno

3 mosse per migliorare il sonno di neonati e bambini

Bambini, le tre mosse per migliorare il loro sonno

Quante volte le mamme sono letteralmente costrette ad alzarsi dal letto, nel cuore della notte, per andare a consolare e cullare i loro figli che piangono e si disperano? Tantissime. Ecco perché gli esperti raccomandano di stabilire una routine quotidiana nella messa a letto dei bimbi. Bastano tre semplici mosse: quali? Vediamole insieme.

Lo studio

Su Research Gate è stato pubblicato uno studio condotto ad opera della Johnson & Johnson. I ricercatori avevano l’obiettivo di esaminare il cambiamento del sonno notturno dei bambini dopo che le mamme, per due settimane, svolgevano sempre le stesse cose.

Le 3 mosse speciali

In particolare, le tre mosse “speciali” sono quelle del bagnetto, del pigiama, e delle storie. Lavare accuratamente i propri figli prima della nanna è un momento di condivisione che serve infatti a rilassare il piccolo; fargli poi indossare il pigiamino caldo e metterlo a letto accompagnandolo con una favola contribuisce alla buona riuscita del suo sonno.

La conferma di un’altra ricerca

Lo studio, inoltre, ha messo in evidenza non solo il miglioramento della qualità del sonno, ma anche benefici sulla durata ed una frequenza minore di pianti e risvegli notturni. A conferma di ciò, la ricerca condotta dall’Institutional Review Boards presso Allendale e Saint Joseph’s University ha analizzato 134 mamme e relativi figli.

I miglioramenti

Tra i piccoli, di età compresa tra gli otto ed i diciotto mesi, il 44% era composto da maschi. Il 17% aveva tra 7-9,9 mesi, 31,1% tra i 10 e 12,9 mesi, il 25,5% tra 13 e 15,9 mesi, il 21,8% tra 16 e 18,5 mesi. Alle mamme è stata imposta l’attuazione di questa routine delle tre mosse; le donne, da parte loro, avrebbero dovuto appuntare tutto su un diario.


Leggi anche: Far dormire il neonato la notte, 4 cose da fare di giorno


Risultati

Alla fine è emerso che una coerente e costante routine nella messa a letto del figlio migliora tutte le variabili riguardanti il suo sonno già a partire dalla terza notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *