bimba

Viola nome: origini, significato, curiosità e onomastico

Viola nome

Come chiamerete la vostra bambina? Siete ancora indecise? Noi vi proponiamo Viola. Nome solare e musicale, ultimamente è molto diffuso. Qual è l’origine di questo nome e quando si festeggia l’onomastico?

Viola evoca la bellissima pianta mediterranea i cui fiori sono viola o violetti. La pianta della viola fu scelta dai greci come simbolo di fertilità. I romani ne traevano un vino dal gusto dolce. Più recentemente, i fiori venivano usati dalle ragazze per lavare il viso al mattino, in modo da avere tutto il giorno la piacevole profumazione, tipica della pianta.

Viola è anche un colore ed è il nome dello strumento musicale, appartenente alla famiglia degli archi. Usato soprattutto per comporre musica classica, può avere ruolo di solista o come elemento dell’orchestra.

Viola significato. Di origine latina, significa pudica, modesta. Diffuse ed amate anche la varianti Iole e Violetta, quest’ultimo reso noto grazie al componimento shakespeariano. La ragazza che porta questo nome affascina con la sua tenerezza ma, all’occorrenza è assai determinata e nessun ostacolo può demotivarla.

Generosa e sincera amica, cercate di non offendere Viola, è un pochino vendicativa e difficilmente dimentica il torto ricevuto. La fedeltà non è una sua virtù, ma riuscirà con amore e grazia a farsi perdonare. La sua ambizione la porta ad occupare posizioni di successo. Per rilassarsi predilige ambienti immersi nella natura e piacevoli giornate trascorse con gli amici più cari.

viola nome

Viola in inglese

Viola è un nome molto diffuso in Europa. Violette in Francia è tra i nomi per bimba preferiti. Come non ricordare Violette Leduc, la contrastata scrittrice, promotrice del movimento femminista?

La variante Viola in inglese è Violet. Molte le donne famose che in Gran Bretagna portano questo nome. Dall’atleta Violet Onney alle scrittrici Violet Trefusis e Violet Lee. Un nome per bambine che non è soggetto ad abbreviazione e questo, oltre alla dolcezza e musicalità, è un dato molto apprezzato dalle inglesi. Si sposa bene con cognomi sia corti che lunghi e con i doppi nomi, come Violet Anne.

Violet è anche il titolo del libro pubblicato da Jessica Brody nel 2015. Narra la storia drammatica di una donna, Violet, unica sopravvissuta ad un incidente aereo. Recuperata in mare, non solo non ricorda chi è, ma nessuno ha denunziato la sua scomparsa. Unico indizio è un giovane che dice di conoscerla e le spiega che stava fuggendo, in quanto vittima di un esperimento top secret.

Santa Viola

Santa Viola si festeggia il 3 Maggio. L’onomastico ricorda la vergine martire Viola di Verona. Purtroppo si sono perse le notizie e la storia della santa. Alcune tavole antiche descrivono una giovane fanciulla uccise durante le prime persecuzioni, nella città di Verona. L’8 Settembre è l’onomastico di santa Viola di Persia. Anche in questo caso non abbiamo notizie della storia della protagonista.

Lascia incantate le bambine, la leggenda che narra la nascita della viola mammola. Ecco la storia. Viola era una bimba molto povera, ma bellissima, gentile e dolce. Viveva con la madre in una capanna nel bosco.

Una mattina mentre era impegnata a raccogliere i ciclamini, le apparve un cherubino con le ali d’orate e decorate con splendidi fiori. La prese per mano, portandola in alto nel cielo e conducendola nel mondo dei fiori. Viola rimase incantata dallo splendido paesaggio fiorito che le si presentava davanti agli occhi.

Il cherubino portò Viola su un’aiuola. Qui le spuntarono le ali e il suo vestito di stracci si trasformò in un abito di seta, color viola. Su quella aiuola nacquero dei fiori dello stesso colore del suo vestito. Sembravano vellutati ed il cherubino dette loro il nome della ragazza. Avrebbero rappresentato il simbolo della modestia. Da allora le violette a primavera colorano tanti prati e giardini in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *