Ovulazione in ritardo: cause e conseguenze

Ovulazione in ritardo

Perché il ciclo ritarda? Quanto può ritardare un ciclo? Un ritardo del ciclo può essere dovuto semplicemente ad un’ovulazione più tardiva, che avviene ad esempio al 16-17° giorno anziché al 14°. Di conseguenza fa in modo di posticipare di 2-3 giorni l’inizio delle mestruazioni. Non esistono le mestruazioni senza ovulazione, ma possono variare i tempi in cui essa avviene.

Infatti non tutte le donne hanno hanno un ciclo mestruale regolare di 28 giorni e di conseguenza non tutte ovulano con gli stessi tempi. Bisogna precisare che il ciclo ovarico di una donna prevede una fase follicolare (che precede l’ovulazione) e una fase luteale (dopo l’ovulazione).

A volte può esserci una persistenza del corpo luteo, il quale produce progesterone per nutrire l’endometrio e prepararlo ad accogliere un’eventuale embrione. E poiché alti livelli di progesterone inibiscono l’arrivo delle mestruazioni, è probabile che il ritardo sia determinato da questo.

Ritardo ciclo

In genere, ciò che determina un’ovulazione ritardata è il prolungamento della fase follicolare. In questa fase avviene la proliferazione, il reclutamento e la maturazione dei follicoli fino alla predominanza di uno di essi.

Il quale è destinato a completare la propria maturazione e rilasciare l’ovocita prodotto mediante il cosiddetto “scoppio del follicolo” al momento dell’ovulazione. L’interno processo è regolato da un complesso sitema neuro-endocrino che coinvolte ipotalamo, ipofisi e ovaie.

ovulazione in ritardo

Ciclo in ritardo

Una sola alterazione nell’ambito di questo ciclico meccanismo può determinare variazioni in merito ai tempi ovulatori. Ad esempio, un periodo di stress può influire sulla regolarità del ciclo. I

n condizioni di stress, il nostro sistema nervoso secerne oppioidi naturali, ossia sostanze morfinosimili che hanno un effetto calmante ma che, al tempo stesso, bloccano a livello dell’ipotalamo la sintesi di GNRH.

Quest’ultimo regola il rilascio di LH e FSH a livello ipofisario. I due ormoni stimolano l’ovaio a produrre l’ovocita e, di conseguenza consentono che si verifichi l’ovulazione.

Ecco perché quando si è molto stressate capita un ritardo del ciclo di 3 giorni o comunque un ciclo mestruale arriva in ritardo. Può ritardare o addirittura saltare per un mese. Anche un dimagrimento eccessivo o repentino può far ritardare il ciclo.

Perché fa diminuire il tessuto adiposo che regola il metabolismo di estrogeni. L’organismo percepisce che non è il momento giusto per una gravidanza perché non ci sono abbastanza riserve di grasso, ed ecco che il ciclo salta.

Infatti basta tornare ad un peso adeguato e ad una quantità sufficiente di tessuto adiposo e il ciclo ritorna. Se il ritardo eccede nella durata o si presenta frequentemente, bisogna richiedere un consulto specialistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *