carta acquisti

Legge di Bilancio 2018: eliminato il Bonus Bebè, da gennaio niente più 80 euro al mese

Legge di Stabilità 2018: eliminato il Bonus Bebè, confermati il Premio Nascita e il Bonus Nido

Grosse novità in arrivo per le famiglie italiane. In questi giorni in Parlamento si sta discutendo la Legge di Stabilità 2018 che prevede nuove norme per i genitori. La più clamorosa è senz’altro l’eliminazione del Bonus Bebè, introdotto nel 2015. Per tre anni l’agevolazione ha elargito 80 euro al mese (160 nei casi di nuclei più bisognosi) ai bambini appena nati e fino al compimento del terzo compleanno. Ebbene, se la manovra sarà confermata, dopo il parto non si potrà più fare richiesta. Al contrario restano confermati il Bonus Mamma Domani (conosciuto anche come Premio nascita) e il Bonus Nido.

Da gennaio addio alle 80 euro al mese per famiglie con neonati: lo prevede la nuova Legge di Bilancio 2018 che entrerà in vigore dal prossimo anno. La scelta ha già fatto storcere il naso a tante mamme e papà ma soprattutto ad alcuni partiti politici come Alternativa Popolare.

Il partito creato da Angelino Alfano ha già promesso di dare battaglia affinché il Bonus Bebé venga riconfermato. “A parole tutti difendono la famiglia e sono preoccupati per il calo della natalità. Nei fatti la famiglia la bistrattano e i pochi provvedimenti a suo favore li annullano” hanno dichiarato i parlamentari Laura Bianconi e Maurizio Lupi.

Bonus Bebè a rischio, brutto colpo per le famiglie italiane

Il Bonus Bebè è stato negli ultimi tre anni un grosso aiuto per le famiglie con figli neonati a carico. Consiste in 80 euro al mese per i primi tre anni del bambino ed è utile per le spese necessarie al piccolo. Unico requisito richiesto: non avere un’Isee al di sopra dei 25 mila euro.

Con la nuova legge di Stabilità, dunque, chi usufruiva di questa agevolazione non potrà più rinnovare la domanda così come non potrà farlo chi partorisce nel 2018. Ma il testo proposto dal Governo non è ancora stato approvato: la conferma definitiva arriverà solo i primi giorni di dicembre. L’agevolazione verrà salvata?

Bonus Mamma Domani: che cos’è il Premio nascita

Se il Bonus Bebé è pronto per essere abolito, sta invece per essere rinnovato il Bonus Mamma Domani. Il contributo è stato istituito nel 2017 per promuovere la natalità italiana, sempre più in calo.

L’agevolazione consiste in 800 euro una tantum (cioè in unica rata) da concedere a tutte le mamme che partoriscono nel 2018. Al contrario di altri contributi non ha limite Isee: possono richiederlo tutte le donne, italiane e straniere, indipendentemente dal reddito.

Il Bonus, partito ufficialmente solo lo scorso maggio con ritardo, si è rivelato un vero e proprio successo. Moltissime le persone che hanno fatto richiesta tanto che l’Inps- ente che gestisce i contributi statali- ha avuto più di qualche problema ad elargire tutti i pagamenti.

Bonus Nido: mille euro per andare all’asilo nido

Oltre al Premio Nascita, anche il Bonus Nido sta per essere confermato per il 2018. Pure in questo caso si tratta di una novità introdotta nel 2017. L’agevolazione consiste in un assegno di mille euro per aiutare le spese di asili nidi pubblici e privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *