bonus asilo nido

Bonus pannolini: come richiedere 160 euro al mese per il bambino

Bonus pannolini

L’assegno di natalità (detto anche “Bonus bebè”) è un assegno mensile destinato alle famiglie con un figlio nato, adottato o in affido preadottivo tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 e con un ISEE non superiore a 25.000 euro. L’assegno è annuale e viene corrisposto ogni mese fino al terzo anno di vita del bambino o al terzo anno dall’ingresso in famiglia del figlio adottato. L’assegno è corrisposto mensilmente per un massimo di 36 mensilità a partire dal mese di nascita o di ingresso in famiglia e aiuta a coprire le spese di pannolini, omogeneizzati, pappine, latte in polvere, controlli dal pediatra e tutine varie.

Bonus bebè

La misura dell’assegno dipende dall’ISEE del nucleo familiare: 960 euro l’anno (80 euro al mese per 12 mesi) con ISEE superiore a 7.000 euro annui e non superiore a 25.000 euro annui; 1.920 euro l’anno (160 euro al mese per 12 mesi) con ISEE non superiore a 7.000 euro annui. Il pagamento ha cadenza mensile ed è effettuato dall’INPS tramite bonifico bancario, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN.

Maternità

Si chiama “Bonus mamme domani” ed è il nuovo Bonus gravidanza 2017 inserito nella legge di Stabilità. Il contributo prevede un sostegno alle donne in gravidanza ed è pari a 800 euro. Rientra tra gli aiuti alla maternità Inps e, insieme al Bonus bebè, rappresentano dei bonus rivolti ai genitori e all’infanzia.

bonus pannolini e bebe

Inps maternità

A chi spetta il Bonus mamme domani? Il bonus spetta alle donne che aspettano un bambino e si configura tra gli aiuti alle spese da sostenere durante la gravidanza (esami, farmaci, visite, prodotti per la prima infanzia etc…), ma anche a quelle che hanno concluso l’iter per adottare un bambino. La Legge di Stabilità 2017 nel progetto di aiuto alla maternità, ha previsto anche un voucher da mille euro destinato ad aiutare le famiglie nella spesa per l’asilo nido o la baby sitter.

Bonus

Un altro bonus messo a disposizione delle famiglie è l’assegno 1500 nascita figlio. L’assegno prevede un versamento di 1500 per la nascita del figlio sino ad arrivare ad un massimo di 1700 euro. Rientra tra gli aiuti economici per disoccupati, accessibili mediante domandine Inps.

Inps bonus bebè

Uno dei problemi per le quasi mamme o neo-mamme è la comprensione del bonus a cui si ha diritto e se, richiedendoli insieme, possano o meno escludersi a vicenda. Scopriamo insieme come funziona.

1) La futura mamma può richiedere nel 2017 il bonus bebè 800 euro + bonus asilo nido da 1000 euro + voucher baby sitter e asilo nido: fino a 1.800 euro.

2) I voucher baby sitter e asilo nido 2017, non possono essere cumulati con la detrazione 19% per le spese di iscrizione e frequenza scolastica.

3) Non si ha diritto al bonus nido se si fruisce già della detrazione al 19% per le spese per la frequenza asilo nido e mensa.

4) Le famiglie possono invece usufruire del bonus bebè 2017 + voucher baby sitter + frequenza asilo + bonus nido + bonus bebè 800 euro 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *