foto_gravidanza_soldi

Bonus neo mamme: 800 euro a chi partorisce nel 2017 e nel 2018

Bonus neo mamme

Il bonus per ogni neo mamma previsto dall’inps favorisce agevolazioni dopo la nascita di un bambino per le donne che si trovano ad affrontare una maternità. Il bonus mamma 2017 chiamato anche bonus premio alla nascita. Esso non è l’unico contributo economico rivolto alle mamme e alle famiglie. Infatti, oltre a questa agevolazione, sono stati previsti altri aiuti come il nuovo bonus nido, i voucher baby sitter e asili nido, il bonus bebè (assegno primo figlio) Inps rimasto invariato rispetto ai requisiti degli anni precedenti.

Bonus mamma domani

Il bonus mamma domani 2018 Inps è la nuova agevolazione fiscale introdotta con la nuova Legge di Bilancio 2017. Riservata alle gestanti che entrano nel corso dell’anno, nel settimo mese di gravidanza, come sostegno economico per affrontare le prime spese del bimbo che nascerà. La spesa complessiva da destinare a questo bonus per la nascita è di 1,2 miliardi nel triennio 2017-2018-2019.

L’agevolazione è riservata a tutte le donne quando si entra nel settimo mese di gravidanza. L’Inps, in data 28 aprile 2017, ha provveduto a pubblicare la circolare n° 78 che conferma l’avvio alla domanda bonus mamma domani Inps a partire dal 4 maggio 2017.

bonus neo mamme

Mamma domani Inps

Il nuovo contributo economico che il Governo Renzi – Gentiloni ha voluto destinare alle future mamme, sicuramente sarà riconfermato dalla nuova Legge di Bilancio 2018. Esso prevede l’erogazione da parte dell’Inps di un bonus da 800 euro ad ogni mamma (in gravidanza) al settimo mese di gestazione, purché in possesso di determinati requisiti.

Il bonus deve essere richiesto dalla futura mamma utilizzando l’apposito modulo previsto dall’Inps. Non c’è un limite reddituale, ciò significa, che tra i documenti da presentare all’Inps o al Caf, non c’è il modello Isee 2018. Il bonus neo mamma è un premio di 800 euro concesso alla nascita, a prescindere dal reddito familiare.

Bonus mamma 2017

Con la scorsa Legge di Bilancio, il governo Renzi – Gentiloni, è riuscito a stanziare risorse per circa 1,2 miliardi nel triennio 2017-2018-2019, per cui non solo bonus mamma domani ma anche altri bonus verranno confermati anche nel 2018. Tra questi si annoverano: il bonus bebè 2018 e il bonus nido da 1000 euro.

L’Inps, pertanto, provvederà ad erogare il bonus a tutte le donne incinte al 7° mese che presenteranno la domanda e lo farà in un’unica soluzione, a titolo di di sostegno al reddito delle donne in gravidanza. Esso potrà essere speso per effettuare visite mediche, esami diagnostici o acquistare prodotti di prima infanzia per il futuro nascituro.

bonus mamme domani

La domanda deve essere presentata per via telematica all’Inps, accedendo ai servizi telematici dell’Istituto. L’accesso e l’invio online del modulo domanda, può essere fatto direttamente se si possiede il Pin Inps dispositivo, oppure, rivolgendosi ad un intermediario abilitato, un commercialista o un CAF-Patronato. Il modulo può essere presentata anche per telefono, contattando il numero verde Inps. Ai fini di riconoscimento ed erogazione del bonus mamma, l’Inps richiede come la certificazione dello stato di gravidanza.

Bonus

Solo per le mamme disoccupate: in alternativa al certificato di gravidanza, è possibile certificare la gravidanza indicando il numero identificativo a 15 cifre di una prescrizione medica emessa da un medico del SSN o con esso convenzionato, con indicazione del codice esenzione da M31 e M42. Nel 2018 anche il congedo papà sale e arriva a 4 giorni.


Leggi anche: Assegno di maternità dei comuni, come avere 1694 euro dopo il parto


Lo prevede un emendamento alla manovra approvato in commissione Bilancio alla Camera. Per il 2017 i giorni a disposizione rimangono due. Ciò dovrebbe favorire il coinvolgimento attivo degli uomini nel primo periodo di vita del bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *