foto_soldi

Bebè card: 150 euro al mese a chi partorisce nel 2017-2018-2019

È finalmente arrivata in Italia, e nello specifico a Milano, la bebè card. Questa è di colore arancione con alcuni piccoli disegni inerenti al mondo dei bambini. Si tratta di un contributo economico messo a punto dal comune e chiamato reddito di maternità. L’importo messo a disposizione sarà di 150 euro. Per la prima volta un Comune ha deciso di adottare questo sistema utilizzando una carta acquisti elettronica prepagata. Lo scorso anno questo contributo, invece, pare venisse fornito attraverso una sorta di buoni spesa.

Adesso invece la bebè card arriverà direttamente presso il domicilio della mamma. Il Comune di Milano ha deciso di stanziare ben 7492.000 euro per il triennio 2017-2019 e secondo le stime saranno ben 1.600 le famiglie che potranno beneficiarne.

La bebè card spetterà:

ciao

  • alle donne residenti nella città di Milano
  • alle donne che hanno avuto un bambino dal mese di aprile 2017.

Inoltre, bisognerà essere in possesso di determinati requisiti, tra i quali:

  • essere cittadini italiani o di uno dei paesi dell’Unione Europe
  • essere cittadini non comunitari in possesso dello status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria
  • essere cittadini non comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno di almeno 1 anno
  • essere casalinghe o disoccupate
  • non aver beneficiato di altra forma di tutela economica della maternità dal datore di lavoro per tutta la durata della maternità
  • avere un reddito Isee non superiore ai 16.954,95 euro.

Il contributo in questione ammonta a 150 euro, ma nel caso si tratti di gemelli, l’importo verrà assegnato per ciascun bambino. Inoltre, la card non verrà rilasciata soltanto alle donne che hanno partorito, ma anche alle famiglie che adottano un bambino.

Come richiedere la bebè card?

Questa può essere richiesta entro 6 mesi dalla nascita del minore o dall’ingresso in famiglia in caso di adozione. Ad ogni modo per qualsiasi altra informazione sul reddito di maternità, così come sui Caf convenzionati, prodotti o servizi si potrà consultare il sito: www.comune.milano.it/redditomaternita

Rizzo Manuela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *