foto_treno

Prendono il treno ma dimenticano i figli in stazione: bambini sotto shock

Una vacanza memorabile quella di una famiglia cinese che di certo non dimenticherà mai il loro soggiorno in Italia. La famiglia, proveniente appunto dalla Cina ma residente in Spagna, era in vacanza nel nostro paese. I turisti erano diretti da Padova a Roma, ma proprio in stazione è accaduto qualcosa di assurdo. La coppia di genitori è salita sul treno per raggiungere la capitale ma ha dimenticato i figli sulla banchina. I bambini, di 6 e 9 anni, sono rimasti dunque in stazione.

I bambini sono stati trovati dalla Polizia Ferroviaria

Una volta partito il treno i bambini sono rimasti sul marciapiede. I due sono stati recuperati dalla Polizia Ferroviaria. La Polfer ha infatti visto due bambini rimanere sulla banchina una volta partito il treno: i due si tenevano per mano spaventati. Probabilmente i genitori, visto che il treno stava partendo, nella fretta sono saliti e non hanno fatto in tempo a prendere i figli. I due hanno preso il Freccia Argento diretto a Roma, lasciando i bambini alla stazione.

In quel momento la stazione era deserta. Nessun adulto era presente: i bambini erano quindi soli. Fortunatamente la Polizia Ferroviaria passava di lì proprio in quel momento e ha visto i bambini, un maschio e una femmina, guardare spaesati il treno partire. L’agente della Polfer ha chiesto ai bambini dove fossero i genitori ma i due non hanno risposto perché non comprendono l’italiano.

La Polizia Ferroviaria ha chiesto ad un signore cinese che passava di lì di interloquire con i bambini. I due bimbi hanno rivelato che i genitori si trovavano sul treno appena partito. I piccoli sono stati condotti nell’ufficio della Polizia e sono stati intrattenuti dai poliziotti che hanno messo i cartoni animati per farli stare tranquilli.


Leggi anche: Genitori dimenticano il figlio in macchina per andare a giocare alle slot


La Polfer ha poi contattato il capotreno del Freccia Argento diretto a Roma e spiegato la situazione. I due turisti cinesi sono saliti su un altro treno e tornati a Padova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *