orgasmo in gravidanza

Bimbo in arrivo: 10 consigli per essere un papà e compagno perfetto

Bimbo in arrivo: ecco i consigli per essere un perfetto papà

Diventare mamma è uno dei sogni di ogni donna ma al contempo anche uno dei più grandi incubi. Paura di non essere all’altezza, timore, spavento di quello che verrà: una donna ha bisogno, in questo delicato periodo, di comprensione e aiuto da parte del partner. Ma quale deve essere, allora, il ruolo del futuro papà per rendere la compagna felice?

Esperonews.it ha provato a stilare una lista di comportamenti che ogni uomo dovrebbe tenere in concomitanza con la nascita di suo figlio.

Ecco allora i consigli riservati ai futuri papà:

– Se possibile, in concomitanza con la nascita del piccolo, prendere qualche giorno di ferie o di permesso. Così si può assistere al parto, riposarsi e occuparsi della casa mentre mamma e bebè sono in ospedale e non perdersi nulla della nuova vita;

Partecipare il più possibile alla cura del bebè. Fin dai primi giorni, offrirsi di cambiare il pannolino, fargli il bagnetto, vestirlo. In questo modo non si rischia di sentirsi esclusi e si stabilisce un contatto diretto con il neonato;

– Fra i consigli c’è anche quello di aiutare la mamma con le faccende domestiche. Fare la spesa, cucinare, lavare i piatti. Dopo il parto, infatti, la donna è molto stanca e necessita riposo;

Gestire in maniera intelligente le visite di amici e parenti. Mamma e neonato hanno bisogno di tranquillità e pace per riprendersi dalle fatiche del parto e imparare a conoscersi. Il neo papà deve imparare a dire qualche no;

Sostenere e incoraggiare la donna che allatta. Non sempre l’avvio dell’allattamento al seno è facile e la mamma può avere tanti dubbi. Avere accanto un compagno che la rassicura, la capisce e la conforta è fondamentale;

– Ritagliare dei momenti da trascorrere solo con il bebè. Dedicare qualche attimo a cullare il figlio, coccolarlo, cantargli una canzone, portarlo a passeggio permette di gettare le basi per la relazione futura;

– Non avere paure, incertezze e sentimenti per sé. Parlare con la propria compagna è importante, sia per cementare l’unione e ritrovare la complicità sia per non sentirsi soli ed esclusi;

– Qualche volta, quando il bebè strilla di notte, il neo papà potrebbe lasciare riposare la mamma e alzarsi al suo posto. Il fatto che lei sia a casa in maternità non significa che deve passare tutte le notti in bianco;

– Fare in modo che la propria compagna abbia qualche ora da dedicare ai propri interessi. Qualsiasi svago va bene, purché la aiuti a non annullarsi completamente nel ruolo di madre;

– Ogni tanto portare la propria compagna a cena fuori e non dimenticarsi mai di dedicarle qualche attenzione. Un po’ di coccole, un massaggio, un mazzo di fiori la faranno sentire più felice e appagata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *