macchie

Macchie della pelle in gravidanza

Macchie della pelle in gravidanza

A molte donne capita che compaiano sulla pelle delle macchie in gravidanza. Si tratta di una condizione correlata al potenziamento della pigmentazione melanica in alcune zone del corpo. Nel corso della gravidanza, l’organismo della donna è soggetto a trasformazioni di vario genere per adattarsi al progredire dello sviluppo della gravidanza.

Macchioline sul viso

Durante i cambiamenti prima citati viene coinvolta anche la pelle. Quest’ultima per via dell’eccessiva produzione di melanina è caratterizzata dalla comparsa di macchie scure e non in gravidanza. Esse possono presentarsi in varie aree del corpo, anche se ci sono delle zone maggiormente predisposte. Le macchie sul viso in gravidanza sono note con il termine “maschera gravidica” o “cloasma gravidico”: un fenomeno rapportato all’alterazione ormonale tipica del periodo della gestazione.

Macchie sul viso

Da un lato la causa è da ricercare in una predisposizione genetica. La quale fa in modo che prevalga nelle donne con la carnagione più scura. Dall’altro lato c’è una correlazione con le caratteristiche modificazioni ormonali della gravidanza, per cui a un certo punto della gestazione, per motivi che ancora non sono ben chiari, le cellule melanocitarie cominciano a produrre, in maniera del tutto anomala, più melanina.

macchie della pelle in gravidanza

Macchie scure sul viso

Tale fenomeno interessa proprio particolari zone del corpo. Si può inoltre affermare con certezza che l’esposizione al sole può costituire un importante fattore scatenante. Infatti quest’ultima condizione stimola ancor di più l’accumulo di melanina, che è la stessa sostanza che determina anche l’abbronzatura. Proprio per questo motivo vengono sempre invitate le donne in dolce attesa a far uso di creme a protezione molto alta per evitare la formazione di macchie sul viso, macchie sulla pancia e di macchie sul seno. Anche se è risaputo che nessuna crema è in grado di garantire una protezione sicura al 100% dai raggi UV. Dunque non è sufficiente spalmarsi la crema ogni volta che ci si espone ai raggi solari, ma bisogna ridurre i tempi di esposizione ed evitare le ore più calde.

Macchie rosse sul viso

In genere la comparsa di macchie rosse delineano il quadro clinico tipico della dermatite in gravidanza. Se sono già presenti nel momento in cui la gravidanza inizia, il decorso potrebbe peggiorare per via della evidente alterazione ormonale a cui è soggetto l’organismo della gestante.

Cloasma

Il cosiddetto cloasma gravidico consiste nell’iperpigmentazione locale della pelle che interessa zone più o meno estese dell’epidermide, è proprio questo il motivo per cui viene conosciuto anche come “maschera gravidica”. In ogni caso è bene evitare di esporre la pelle al sole per troppo tempo anche se con una protezione alta. Potrebbe essere inoltre favorito dallo stress. Sono presenti in commercio trattamenti di vario genere che garantiscono miglioramenti in merito alla depigmentazione delle aree interessate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *