a

L’influenza virale A aumenta il rischio di parto pretermine

L’influenza virale A aumenta il rischio di parto pretermine. Le nuove ricerche

L’influenza virus A, o virus dell’influenza A, è un tipo di virus in grado di infettare svariate specie di uccelli e mammiferi. Anche in gravidanza può esservi il contagio con questo virus influenzale. La sintomatologia del virus prevede: cefalea, brividi di freddo, malessere, febbre, infiammazione vie aeree e tosse secca. L’infiammazione delle vie aeree rende sensibili a infezioni batteriche: polmonite o broncopolmonite ad esempio. In genere il virus influenzale A ha un periodo di incubazione di un paio di giorni. In seguito, l’influenza si risolve naturalmente anche nonostante esista la possibilità che alcuni sintomi persistano.

Vista l’alta frequenza della patologia, sono stati indagati i legami tra gli esiti neonatali e l’influenza A vissuta dalla madre. Uno studio pubblicato nel maggio 2017, condotto tra la Cina e la Germania (autori: He J., Liang, Hocher), ha approfondito questa tematica.

Lo studio ha esaminato i fattori di rischio dell’infezione da virus dell’influenza durante la gravidanza. Inoltre ha analizzato l’impatto dell’infezione sull’esito della gravidanza, in particolare il peso alla nascita.

I diversi esiti neonatali, come il basso peso alla nascita, sono associati ad un aumento del rischio di malattia in vita adulta. Invece, si sa poco sull’impatto delle comuni malattie infettive durante la gravidanza sul peso alla nascita.

Le donne in gravidanza con anemia, obesità e asma hanno avuto elevati tassi di infezione dal virus dell’influenza. Per quanto riguarda i risultati della nascita, l’infezione da virus dell’influenza A non ha influenzato la probabilità taglio cesareo. Le madri con influenza avevano un tasso più elevato di peso alla nascita al di sotto dei 2500 grammi.

I risultati di questo studio hanno evidenziato diversi aspetti. L’anemia, l’asma e l’obesità durante la gravidanza sono fattori di rischio per l’infezione da influenza A durante la gravidanza. Inoltre, l’infezione da influenza A compromette i risultati della gravidanza. Ciò aumenta il rischio di un basso peso alla nascita, un pericolo noto per la successiva suscettibilità a diverse patologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *