foto_bambina_soldi

Bonus Nido 1000 euro ancora bloccato: falsa partenza dell’Inps

Bonus Nido, 1000 euro per le famiglie italiane: agevolazione bloccata

Brutte notizie per i genitori italiani. Resta bloccato il Bonus Nido, il contributo di mille euro per chi ha avuto un figlio a partire dal 1 gennaio 2016. Un contributo utile per chi, per esigenze di lavoro, è costretto a lasciare i bambini presso strutture pubbliche e private. L’agevolazione doveva partire oggi, giovedì 18 maggio, ma sul sito dell’Inps – ente che eroga il contribuo – non c’è traccia della circolare con la quale vengono comunicate le modalità per fare domanda. Cosa è accaduto?

A quanto pare, stando anche a quello che scrive Investire Oggi, non è stata ancora stilata la circolare corretta con tutte le informazioni per poter far partire le domande. Il contributo è rimbalzato nelle ultime settimane dall’Istituto Previdenziale al Governo. L’Inps si è dichiarato pronto e in attesa di un passaggio non formale da parte del ministero dell’Economia. Da qui, invece, fonti interne hanno resto noto che la “circolare spedita dall’Inps è stata rispedita al mittente il 4 maggio con piccole criticità da correggere”.

Dunque: quando si arriverà ad una soluzione definitiva? Quando si potrà effettivamente richiedere il bonus? Per il momento il contributo resta in stand by e a data da destinarsi. Nessuno ancora ha chiarito quando verrà sbloccato del tutto.

Bonus Nido e Bonus Mamma Domani: le novità per incentivare la natalità

Il Bonus Nido rientra tra le novità della Legge di Stabilità 2017 insieme al Bonus Mamma Domani, il Premio Nascita per chi partorisce nel 2017. Mentre quest’ultimo è già stato richiesto da tantissime mamme, resta bloccato il contributo per il nido. Contributo, tra l’altro, accessibile a tutte le famiglie senza alcun limite di reddito Isee.

E, secondo le prime informazioni, il Bonus dovrebbe essere erogato fino al termine delle risorse riservate. L’Inps dovrebbe accordare le preferenze sulla base dell’ordine di ricezione delle domande. Non vi è quindi alcuna garanzia del fatto che il Bonus venga garantito a tutti coloro che ne avrebbero formalmente diritto.

Bonus Nido e Voucher Asilo: le agevolazioni tra i due contributi

In attesa di saperne di più, è stato riconfermato il Voucher Asilo, altra agevolazione che differenzia dal Bonus Nido.

Il voucher è un contributo riservato alle mamme che rinunciano al congedo parentale. Consiste in un assegno mensile di 600 euro al mese per pagare le spese di una baby sitter o la retta di un asilo nido. L’assegno del voucher baby sitter e asilo nido può essere erogato per un massimo di 6 mesi, quindi il totale del contributo è di 3.600 euro.

Voucher Asilo e Bonus Nido non sono compatibili, quindi non si potranno richiedere entrambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *