foto_bonus

Bonus Mamma Domani: erogati i primi 800 euro

Bonus Mamma Domani: sono iniziati i pagamenti

Il 4 maggio sono state avviate le richieste per il Bonus Mamma Domani, un’agevolazione che prevede 800 euro di sussidio economico per mamme con uno o più figli a carico. Date l’enorme quantità di domande giunte, ed i ritardi nel far partire il portale a queste dedicate, molte persone interessate al Bonus hanno pensato che questi soldi potessero non arrivare mai. Invece l’INPS – Istituto Nazionale Previdenza Sociale – oggi ha voluto rassicurare chiunque fosse interessato al sussidio.

Bonus Mamma Domani: l’INPS rassicura

L’Inps ha infatti informato, attraverso un comunicato stampa, che nel giorno di ieri l’Istituto ha disposto dall’agenzia Inps di Cesena il primo pagamento. Quindi, mano mano che verranno esaminate dall’Istituto le richieste, saranno elargiti gli 800 euro del premio alla nascita.

Boom di richieste è la causa dei ritardi

Tutto sotto controllo allora: le domande sono tante, e visionarle tutte richiede un pò di tempo. C’è stato un vero e proprio boom di richieste infatti per l’agevolazione economica. Proprio ieri, le richieste per il Bonus Mamma 2017 che proprio ieri ha toccato quota 100 mila. Circa il 71,66% del totale delle domande presentate riguarda nascite già avvenute. Il 28,06% invece si riferisce alle mamme che hanno appena raggiunto il compimento del settimo mese di gravidanza.

Come richiedere il Bonus Mamma Domani

Il Bonus Mamma Domani può essere richiesto autonomamente sul portale dell’Inps, oppure con il supporto di un CAF nella propria zona di residenza. Ricordiamo che è possibile fare richiesta solamente una volta raggiunto il settimo mese di gravidanza.

Prima di questo termine, la domanda non verrà presa in considerazione dall’Istituto. Inoltre si ribadisce che potranno fare domanda solamente le donne che hanno partorito prima dell’apertura del portale per le domande, ovvero tra il 1° gennaio 2017 e lo scorso 4 maggio. Il “premio alla natalità” è un’importante agevolazione prevista dalla legge di Bilancio 2017 ed erogata in un’unica soluzione anche in caso di adozione o di affido di un minore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *