foto_vestiti_bimbi

Quali vestiti comprare per i propri figli

Le mezze stagioni sono nemiche del vestiario, soprattutto le madri non sanno cosa far indossare ai propri figli. Così, si risolvere il problema climatico vestendo i pargoli con abiti comodi da poter mettere e togliere facilmente come felpe calde su maglie di cotone. Ma siamo sicure che ciò che indossano i nostri piccoli siano realmente abiti adatti e che nel momento in cui i bimbi sudano maglie e pantaloni a contatto con il calore corporeo non inizino a scaricare il colore o, peggio, sostanze nocive? Leggiamo insieme come scegliere sin da subito vestiti adatti ai nostri figlioli.

Partiamo dai classici acquisti che si fanno prima di partorire, ogni madre di sicuro avrà preparato un corredino per il nascituro da portare con sé nella valigia per l’ospedale. Ghettine, body e tutine consigliate dalle ostetriche devono esser sempre prima lavate per evitare che la pelle delicata del neonato possa subire arrossamenti a causa dei vestitini nuovi che profumano di confezionato e che hanno quindi assorbito l’odore del cellophane.

E’ sempre meglio optare per marchi italiani, il made in Italy è simbolo di garanzia, è vero costa di più ma almeno dovrebbe dare la certezza di non provocare arrossamenti cutanei in caso di bimbi appena nati e non solo. Bisogna ricordare che spesso per rendere i vestiti più gradevoli al compratore, i tessuti vengono sottoposti a tinture per immersione in un colorante, per poi giungere alla procedura di finissaggio che li rende più morbidi. Infine ad alcuni vengono aggiunti disegni su stampe plastificate, coloranti e formaldeide a volte presenti, sono sostanze tossiche che provocano al contatto con la pelle dermatiti.

Ecco quindi che prima di ogni acquisto per i propri figli è bene leggere le etichette degli abiti, evitando colori molto scuri e con disegni plastificati, poi se si ha la possibilità di comperare abitini di cotone biologico e colori naturali è meglio. Una volta acquistati bisogna lavare sempre ogni capo prima di farlo indossare, specie se intimo. Oltre a menzionare di nuovo vestiti dal marchio nostrano, è da ricordare che il puro cotone è l’unico tessuto a tener realmente fresco il corpo dei bambini, perciò deve esser privilegiato ad altri tipi di tessuti. Se si decide di optare per scambi di abiti online, bisogna sempre accertarsi che dall’altra parte i capi non siano solo in buono stato, ma anche di ottima qualità.

Infine, ogni qualvolta che il piccolo indossa un determinato vestito e suda, è bene controllare se il capo abbia o meno scaricato il suo colore sul bimbo, in tal caso bisogna subito rimuovere con acqua e sapone neutro la tinta persa sul corpo del piccolo e ovviamente gettare l’abito inquisito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>