foto_allattamento seno

Poppata notturna: come e quando interromperla

L’ allattamento, al seno o artificiale che sia, comporta per la mamma tanto tempo da dedicare in questo senso al proprio piccolo. Infatti, nel corso delle 24 ore giornaliere il neonato necessiterà di attaccarsi al seno circa 6-7 volte ad intervalli di circa tre ore, se non con maggiore frequenza. Proprio questa necessità di mangiare, spesso, si fa più evidente nella notte.

Quante nottate trascorse con i propri piccoli hanno tolto qualche ora di riposo alle neomamme e ai padri costretti anche essi al risveglio notturno per andare a prendere i bebè nelle culle e portarli nel lettone di mamma e papà.

Ma come ci si deve comportare nel momento in cui il bambino, che si accinge verso la strada dello svezzamento, deve essere abituato a ritmi più regolari e che escludano la notte?

  • Innanzitutto il bambino dovrà avere intorno i 6 o 7 mesi per poter parlare di una “maggiore educazione” nell’ alimentazione, che lo farà anche più contento nel momento in cui noterà una minore stanchezza (e quindi più serenità) della mamma nelle ore diurne;
  • Ritardare l’ ultima poppata o l’ ultimo biberon intorno mezzanotte proprio perché ritardando questi momenti il bambino si sveglierà intorno le prime ore del mattino abituandosi lentamente a ritmi normali;
  • E’ inutile dare del the o tisane ai piccoli che li calmano solo nell’ immediato, non risolvendo il problema dei risvegli notturni;
  • Capire effettivamente il perché del risveglio nella notte del neonato, non necessariamente collegato alla fame: colichette, necessità di sentire la vicinanza materna o altri motivi possono essere la causa dell’ interruzione del sonno;
  • E come ultimo, ma non per importanza, consiglio: avere tantissima pazienza nell’aiutare e sostenere il piccolo.
  • Bimbo allattato al seno
    <
    >
    Bimbo allattato al seno

    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>