foto_primi dentini

Neonato e fase della calibrazione: cos’è?

Il bambino chiede l’ allattamento più spesso, sembra irrequieto, piange senza fermarsi, la notte vuole stare sempre attaccato al seno. Cosa starà succedendo? Un bambino che dimostra irritabilità e nervosismo è un piccolo che sta vivendo un cambiamento dentro di sé, ma tutto nella norma.

E’ ciò che viene definito come “scatto di crescita”, o più tecnicamente come “fase della calibrazione”, cioè quel preciso momento in cui il neonato avverte una mutazione.

Si tratta di una incessante insaziabilità, accompagnata proprio ad una insofferenza generale del piccolo, manifestata anche durante le poppate stesse.

Questi cambiamenti avvengono intorno la terza settimana, la sesta settimana ed il sesto mese e la durata di ogni scatto di crescita può durare da qualche giorno ad una settimana.

Come comportarsi? Innanzitutto mantenere la calma, ricordando tutti i consigli per aumentare la produzione del latte (primo fra tutti quello di non dare acqua o camomilla al bambino). Lasciare, almeno in quei giorni, il bambino vicino a sé, proprio per assecondarlo ogni qualvolta avrà la necessità di alimentarsi.

Insomma, è un periodo particolare in cui si deve verificare un equilibrio tra la richiesta di latte da parte del bambino e l’ offerta da parte della mamma. Una disponibilità materna aiuterà senz’ altro il proprio bambino a superare e oltrepassare questo particolare gradino.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>