foto_test_gravidanza

Gravidanza dopo gli “anta”: quali sono i vantaggi

A volte capita perchè una gravidanza tarda ad arrivare, altre volte perché non si trova l’uomo giusto, oppure ancora perché si cerca prima una stabilità economica o semplicemente perché ci si vuole dedicare prima ad altro. Fatto sta che sono tantissime oggi le donne che diventano mamme dopo gli “anta”.

Quando una donna non ha ancora un bambino dopo i 35 anni subentra una sorta di stato ansiogeno in lei o in chi gli sta intorno, che ricade inevitabilmente sempre e comunque su di lei. Un po’ è colpa anche dello stesso orologio biologico, i cui rintocchi già dopo i trenta si fanno più forti ogni secondo che passa.

Ad acuire l’ansia c’è poi quello che si legge sulle riviste mediche circa le complicanze delle gravidanze tardive. Lo stesso termine medico “primipara attempata” è cacofonico e offensivo.

E non di meno si fanno sentire più forti anche i commenti indelicati dei parenti e degli amici e la pressione sociale che si avverte indirettamente quando tutte le persone intorno a te hanno già figli e non riescono a parlare d’altro che di loro. Ma, alla faccia di tutto ciò, secondo gli ultimi studi le maternità più felici sarebbero proprio quelle “mature”. Ecco quali sono i vantaggi:

1) Le donne mature hanno una maggiore consapevolezza e un distacco dalle preoccupazioni ossessive verso il loro corpo, che spesso invece attanagliano le più giovani. Per questo motivo vivono meglio i cambiamenti fisici della gravidanza e sono meno soggette alla depressione post partum.

2) Sono già realizzate. Se un tempo la donna era destinata a fare figli e questo era il suo unico compito, oggi invece per fortuna ci sono molti più stimoli anche per noi, che siamo libere di coltivare hobby, interessi e carriere. A 40 anni è molto più probabile che si sia concluso il proprio percorso, professionale e non solo. Questo rende le donne più serene e pronte a dedicarsi ai figli, senza vivere i rimpianti di non aver potuto lavorare, viaggiare, uscire e fare esperienze piena libertà, come accade spesso invece nelle donne che hanno avuto gravidanze in giovane età.

3) Sono più mature. E’ innegabile che a 40 anni, volenti o nolenti, si arriva ad avere un bagaglio di esperienze che ci porta a delle conclusioni e a delle soluzioni ai propri problemi, quindi si riesce a gestire meglio anche i propri stati d’animo. Questa crescita personale è fondamentale quando si decide di crescere un bambino, e permette di instaurare con lui un rapporto genitoriale meno conflittuale.

Inoltre, la gravidanza ha il potere di ringiovanire più di qualunque lifting. Quindi non disperate: la medicina offre oggi tantissime possibilità alle donne. Se desiderate davvero un bambino ma non siete più “di primo pelo”, godetevi i vantaggi della vostra età. Come ha ben pensato anche Gianna Nannini e tante altre mamme Vip, non è mai troppo tardi per dare la vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>