foto_capelli_rossi

Genetica del rutilismo: come si ereditano i capelli rossi

Avere un figlio con chioma rossa e carnagione chiara e lentigginosa è una possibilità anche se gli stessi genitori non hanno questa caratteristica: potrebbero essere inconsapevolmente tutti portatori di questo gene anche se è molto difficile. Ecco perciò che quando si è in dolce attesa oltre a fare un calcolo di probabilità riguardo l’ereditarietà del colore degli occhi è curioso anche informarsi sulle varianti delle sfumature di capelli dei propri nonni e parenti passati.

A livello ereditario il rutilismo è trasmesso come carattere recessivo, un bambino deve perciò ereditare ben due di questi geni da entrambi i genitori. Vale a dire che basta avere sia padre che madre portatori di questo carattere, quindi con un parente anche lontano con i capelli rossi, per far sì che ci siano probabilità di avere figli con la chioma fulva. Si tratta perciò di un percorso ereditario particolarmente arduo che salta generazioni.

Secondo un recente studio, invece, i capelli rossi trovano la propria origine dal cielo grigio e nuvoloso, infatti sarebbe proprio la poco solare situazione meteorologica a creare questa variante genetica. Analizzando il DNA di 4 mila casi di capelli fulvi, si è arrivati alla conclusione che la risposta fisiologica è dovuta dal clima ancestrale, in fondo basta pensare a paesi come la Gran Bretagna dove la chioma ramata è frequente fra la popolazione.

Le lentiggini e la pelle chiara accompagnano i capelli rossi che variano di sfumature di colore durante la crescita dell’individuo. Queste caratteristiche dipendono dal basso valore di fototipo è perciò meglio evitare un’esposizione solare senza l’adeguata protezione per evitare ustioni. E’ importante che sin da bambini si spalmino creme adatte sulla palle, che in questi soggetti è ancor più delicata di altri piccoli coetanei.

In genere ai bimbi con i capelli rossi è attribuita simpatia, altre volte sono motivo di scherno, oppure vengono erroneamente ritenuti sin da piccoli con un temperamento difficile da gestire. Un rapporto del 2007 nel The Couriuer-Mail, citato nel National Geographic magazine, ha riportato che il futuro della chioma ramata, è destinato ad estinguersi pur specificando che: “entra in declino il colore, ma il potenziale genetico rimane in circolazione“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>