foto_fratelli_esempio

Fratelli e sorelle: l’importanza di averli

“…che bello mamma ho un fratello più piccolo da proteggere, e uno più grande da ascoltare…” perla della sera: Manuel. Così la mia amica Assunta ha scritto stamani sul suo profilo Facebook, parlando del suo secondogenito Manuel di 5 anni. Gli altri suoi bambini hanno il grande 8 anni, e il piccolo 3.

Che frase meravigliosa, non trovate? Mi ha dato lo spunto per riflettere sull’importanza che la figura di un fratello, sorella hanno nella nostra crescita emotiva e personale. Se se ne rende conto anche un bambino di 5 anni, sarà davvero così!

Ebbene lo dicono anche gli esperti, gli psicologi che l’importanza di diversi esempi per ogni bambino è basilare. Esempi adulti come i genitori, esempi coetanei come gli amichetti della stessa classe, esempi di età diversa come un fratello o sorella.

Insomma un fratello non è solo una scocciatura, uno che ci viene a rubare l’affetto dei genitori nascendo dopo di noi, che eravamo prima gli unici. Sono tanti i compiti di un fratello, anche quello di rimproverarci e farsi ascoltare da noi, quando facciamo qualcosa di sbagliato e lui che è più grande già c’è passato e sa che non si deve fare.

Il buon esempio, a questo serve un fratello maggiore: in ogni fase della vista, lui quella cosa, le nostre diverse età con i suoi problemi di crescita, le ha passate prima di noi e quindi sa come comportarsi, perché le ha affrontate prima di noi. Convincere i genitori a farlo uscire, l’orario di ritorno la sera, il fratello maggiore l’ha ottenuto prima di noi. Faccio un esempio cardine nella crescita di ogni figlio: l’adolescenza, quando gli scontri tra fratelli, se hanno qualche anno in più di differenza diventano più forti.

Così è stato con mia sorella che ha 5 anni di differenza con me, io volevo uscire con lei durante la sua adolescenza e lei non mi voleva dietro. ;)

Invece tra i consigli che deve seguire una brava sorella maggiore: c’è quello di proteggere i fratelli, essendo lei più grande, anche a scuola, insegnare per esempio come rispondere alle provocazioni. Ma questo non significa essere un altro genitore che sgrida solo, la sorella più piccola, un fratello deve essere un fratello, non un sostituto del genitore che critica sempre. Deve anche saper spronare e incitare e vedere le cose positive, fare dei complimenti a un fratello che sta crescendo e che ha bisogno di autoconsapevolezza di sé e di autostima (cosa che abbiamo scritto che è importantissima per ogni bambino!)

Fare qualcosa di dolce: semmai una sorella maggiore non è molto brava a esprimere sentimenti, perché rinchiusa nel suo ruolo di dura a di adulta, ma dimostra semmai il suo affetto e la sua attenzione ai fratelli con dei gesti e regali mirati. Con delle piccole attenzioni che sono notate dai fratelli, come Manuel ha notato che suo fratello più grande quando dice qualcosa lo fa per dare un consiglio, e bisogna ascoltarlo!

Ognuno dei fratelli deve avere il suo spazio di autonomia, quindi bisogna rispettare le cose altrui o il tempo che passa con i propri amici, senza violare la sua privacy. Il tempo da passare con una sorella/fratello e diverso da un tempo da passare con i propri coetanei.

Rispetto, ascolto, affetto, amore…parole chiave in ogni rapporto umano! Cose semplici che semmai da adulti dimentichiamo nei confronti dei membri della nostra famiglia, ma che i nostri figli ci ricordano con frasi ancor più semplici, perché ovvie!

Mamme chiamate al telefono vostro fratello o vostra sorella ora, in questo momento, mentre siete con i vostri figli: sicuramente anche adesso che siamo adulti tutti, impegnati, con problemi vari, la telefonata sarà apprezzata e rinsalderà il legame che oggi i nostri bimbi sentono e stanno costruendo anche loro con i loro fratelli e che stanno imparando, loro, giorno per giorno.

Con quella telefonata facciamo qualcosa per noi, e insegniamo qualcosa col nostro esempio ai bambini! Educazione immediata! :D

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>