Foto_candeggina_infezioni

Candeggina per pulire? Evidenziati nuovi pericoli per i bambini

Non sempre l’estrema pulizia è sinonimo di sicurezza. Secondo la ricerca pubblicata sulla rivista Occupational & Enviromental Medicine da Lidia Casa del dipartimento di salute pubblica e igiene del centro per salute e ambiente di Lovanio in Belgio, lavare i pavimenti di casa con la candeggina potrebbe esporre i bambini a rischi di infezioni soprattutto respiratorie.

Lo studio ha coinvolto oltre 9 mila bimbi dai 6 ai 12 anni che frequentano le scuole nelle città di Utrecht, Olanda e 17 di scuole Finlandesi e 18 di Barcellona. Ai genitori è stato chiesto con quale frequenza durante l’anno i propri figli si erano ammalati di otite, influenza, sinusite, tonsillite, bronchite e polmonite. Inoltre dovevano anche dire se in casa veniva utilizzata la candeggina per l’igiene domestica.

Alla fine del test è emerso che i bambini in cui nelle case veniva usato questo disinfettante per la pulizia abitualmente, erano più a rischio, con una probabilità del 35% di aver avuto nell’ultimo anno tonsillite ricorrente, oppure il 20% di febbre rispetto a coetanei in cui la candeggina veniva usata sporadicamente. Da ciò l’ipotesi è che l’uso frequente di questo prodotto per l’igiene di casa, favorisca irritazioni e infezioni alle vie respiratorie indebolendo il sistema immunitario soprattutto dei più piccoli.

I rischi individuati sono comunque pochi, resta il fatto che a causa dei messaggi pubblicitari sulla totale eliminazione di microbi in casa, permetta un uso superiore e quindi deleterio della candeggina, favorendo un’errata convinzione riguardante la necessità assoluta di avere pavimenti sempre puliti per salvaguardare la salute dei figli.

L’autore: Claudia Spedaliere

Sono laureata in Arti e scienze dello spettacolo Teatrale dell’Università “La Sapienza”. Mi occupo di teatro recitando in diverse compagnie, e da quando sono madre amo raccontare ciò che vivo con il mio bimbo studiando scrupolosamente e “rubando” i racconti delle mie amiche madri per poi trascriverne il contenuto. Approdo al Blog con la voglia di creare confronti fra genitrici proprio come si farebbe su di una panchina di un parco.
Email: c.spedaliere@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *