foto_bambino_soldi

Bonus bebè 2015: come fare domanda

E’ ufficialmente operativo il Bonus Bebé 2015: dal 10 aprile è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Dopo polemiche e rinvii ora ogni famiglia potrà richiedere un piccolo aiuto allo Stato per affrontare le spese relative al neonato. Ma come si fa la domanda?

La domanda per il Bonus Bebè 2015 deve essere presentata all’INPS, solo in via telematica, entro 90 giorni dalla nascita o dall’adozione del bambino. Hanno diritto al bonus i genitori dei figli nati o adottati nel periodo compreso tra il primo gennaio 2015 e e il 31 dicembre 2017.

A quanto ammonta l’importo del Bonus Bebé? Dipende dal reddito Isee (che ricordiamo da quest’anno ha dei parametri molto diversi rispetto al passato!): fino a 7mila euro il bonus è pari a 1.920 euro annui (160 euro al mese), mentre nella fascia compresa fra 7mila e 25 mila è uguale a 960 euro all’anno (80 euro al mese). L’assegno non è previsto qualora il reddito sia superiore ai 25mila euro. Se la richiesta dei genitori è stata accolta, spetta poi all’INPS versare l’importo dovuto con cadenza mensile.

Anche se già assegnato, il Bonus Bebé può decadere nel momento in cui vengano a mancare i requisiti economici adatti oppure venga revocata l’adozione. In quest’ultimo caso: se lo stesso bambino viene affidato ad un genitore che non ha mai presentato domanda, se ci sono i requisiti, si può fare una nuova richiesta.

L’INPS, oltre a versare i vari assegni mensili del Bonus Bebé, ha anche il compito di controllare che il tetto di spesa non venga superato: in questo caso scatterebbe il blocco delle richieste e l’intervento del Ministero dell’Economia che dovrebbe rivedere alcuni parametri dell’iniziativa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>