foto_app_allattamento

Allattamento: 5 App per aiutare le madri

La tecnologia ogni giorno di più corre in nostro aiuto, soprattutto se si pensa che grazie alle applicazioni per i nostri smartphone o iPhone, riusciamo a rendere più facili le nostre attività quotidiane. Una di queste può proprio riguardare le madri che allattano: per loro sono state create 5 App differenti pronte ad essere usate in ogni momento come sostitute di zie, nonne e amiche per dar consigli sul neonato.

1)Breastfeed: disponibile per iOS (costo € 1,59), è tra le App più usate perché funge da agenda d’allattamento con un cronometro interno pronto a monitorare il numero e la durata di ogni poppata. Inoltre, presenta anche una sezione in caso in cui il bambino venisse allattato artificialmente oppure se si utilizza un tiralatte.

2)Baby Tracker Nursing: è L’applicazione disponibile per iOS e Android (gratis). Utile per ricordare con quale senO si deve allattare alla poppata successiva e memorizza anche la durata della precedente. Se invece si usa il biberon, verrà indicata la quantità di latte effettivamente mangiata dal bebè.

3)Whisper Arts Allattamento:disponibile per Adroid (gratis). Memorizza tutto ciò che è utile per l’allattamento dall’orario alla durata delle poppate. E’ molto veloce grazie ad un widget che si posiziona nella home dello smartphone, ha anche un registro per l’alimentazione supplementare. Ma la parte più interessante sono i report che possono esser creati giornalmente, settimanalmente o anche mensilmente, questi dati possono poi esser esportati in formato CSV e poi condivisi magari col pediatra. Per la sua praticità è un’applicazione utile soprattutto se si allatta dei gemelli.

4)Mommy’s Milk BreastFeeding: disponibile per Android (è gratis). Creata unicamente per sostenere l’allattamento naturale e infatti non prevede, a differenza delle altre, una sezione per il latte artificiale. Strutturata come un vero diario, presenta un utile promemoria per segnalare eventuali reazioni del neonato alle poppate oppure anche per capire se il figlioletto è pigro durante la suzione.

5)Gestisci il tuo senO: disponibile per Android (gratis). Oltre alle ormai classiche funzioni di un’App per l’allattamento ossia durata della poppata, tempo trascorso tra la richiesta, segnalazione dell’ultimo seno offerto, segnala anche quanti pannolini sono sporcati dal bebè. Viene usata soprattutto per le madri che pensano che l’allattamento non stia procedendo per il meglio; infatti presenta dei grafici che mostrano statistiche riguardo l’andamento delle poppate del neonato.

Dopo esser venute a conoscenza di queste fantastiche 5 App, non resta che scegliere se scaricarle o meno senza usare i vecchi e tradizionali metodi, come mettere post-it sul petto o tenere slacciata la spallina del reggiseno per ricordare il senO da offrire al figliolo alla poppata successiva. Ormai le madri sono digitali e partoriscono figli digitali, siamo nell’era dove tutto è programmabile attraverso il supporto tecnologico, quindi non resta che usufruire dell’aiuto di questi nuovi supporti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>