foto_infertilità maschile

Vaccino anti-HPV: un aiuto per l’infertilità maschile

Di fronte a un caso di infertilità maschile potrebbe essere in agguato il Papillomavirus, dunque dal vaccino anti-Hpv potrebbe arrivare un valido aiuto al problema. Se ne stanno occupando i ricercatori del Servizio di riproduzione umana dell’Azienda ospedaliera di Padova, diretto da Carlo Foresta, che, come riporta l’Adnkronos Salute, hanno individuato attraverso alcuni studi un collegamento tra l’infezione da Hpv di qualsiasi ceppo e l’infertilità maschile. Addirittura il virus sarebbe stato riscontrato nel liquido seminale del 20% dei pazienti infertili nei quali influenzerebbe il comportamento degli spermatozoi.

Il pool di studiosi padovani hanno dimostrato in occasione del XXX Convegno di medicina della riproduzione ad Abano che somministrando un vaccino quadrivalente si accorcerebbero i tempi di guarigione: il 40% dei casi d’infertilità si risolverebbe entro sei mesi dalla guarigione dal virus. Un dettaglio non di poco conto per una coppia che ha il desiderio di risolvere rapidamente i problemi che si frappongono sul loro cammino per diventare genitori.

I ricercatori hanno preso in esame 40 uomini con l’infezione da Papillomavirus nel liquido seminale (del ceppo incluso nel vaccino) e li hanno seguiti per valutare la persistenza del virus e lo sviluppo di anticorpi a seguito del vaccino. Hanno riscontrato come la presenza degli anticorpi abbia permesso di eliminare in metà del tempo necessario per i i soggetti non vaccinati. Nei 6 mesi successivi alla vaccinazione, il 40% dei pazienti è rimasto ‘incinto’.

Senza dubbio un risultato molto confortante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>