foto_banner_mom_assistant

Mamma Assistant: perché i primi 40 giorni sono importanti

A Milano una cooperativa di ostetriche offre un servizio molto semplice che pian piano si sta diffondendo anche in altre città. Una mamma assistant, una mamma con esperienza anche non ostetrica o che lavora con le mamme o i bambini, ma che come mamma può assistere nei suoi dubbi, far compagnia a una mamma sola che ha appena partorito e che è tornata ora a casa col suo bambino.

Una neo-mamma che semmai ha la mamma/nonna o altri parenti lontani e il marito naturalmente al lavoro e non ha nessuno che può aiutarla nei primissimi giorni ad adattarsi alla sua nuova vita di mamma, agli orari, ai bisogni nuovi suoi e del bambino.

Per questo i primi 40 giorni di vita del nostro bambino e i primi 40 giorni del nostro nuovo ruolo di mamme sono così importanti, perché noi mamme e il nostro nuovo amico, che è stato con noi in pancia per ben 9 mesi finalmente ci conosciamo, ci vediamo e ci scopriamo. E quante cose nuove dobbiamo imparare di lui e di noi!
Un tempo le mamme dovevano occuparsi solo del loro bambino, niente pulizie o pasti da preparare, la cerchia familiare pensava a tutto, adesso non è più così. Ma la mamma nei primi giorni ha bisogno di riposare perché così l’allattamento, per esempio, parte bene.

I dubbi delle neo-mamme sono semplici ma bisognosi di conferme immediate e la mamma assistant serve a questo. Una mamma telefona, racconta quali sono i suoi bisogni, e la cooperativa sceglie la mamma assistant più adatta da mandare per un’incontro di un’ora e mezza a casa.

Qualcuno con cui parlare mentre allatta, a cui chiedere consigli sull’allattamento o su altre cose: “…ma il pannolino è messo bene così? Ma questa crema secondo te è buona per la sua pelle? Ma i miei capelli sono un po’ sciupati, forse dovrei tagliarli, perché a mio marito mi sembra che non piaccio più così?…”
Eh sì, perché come ci raccontano le mamme assistant con cui abbiamo parlato a la Fiera Fa’ la cosa giusta a Milano, a volte le neo-mamme hanno bisogno anche solo di qualcuno che le dica che sono belle, che le coccoli, che le faccia sentire bene col proprio bambino, in questo momento così delicato di totale stravolgimento della propria vita.

Che le cucini qualcosa di caldo, perché semmai la mamma presa dalle incombenze sul figlio dimentica i suoi bisogni, che le faccia fare una doccia sicura che il suo bambino e nelle mani della mamma assistant, cioè con qualcuno di fidato!

Se c’è un problema più difficile (depressione post partume, problemi d’allattamento..), le mamma assistant possono capirlo e mettere in contatto con le ostetriche o lo psicologo/a presente in cooperativa, se no pensano a tutto loro, sono formate per questo, con un approccio multidisciplinare adatto a tutti i fabbisogni di una nuova famiglia appena nata.

Vuoi fare un regalo gradito per un’amica che ha partorito? Prenotale e regalale un pacchetto di 20/30 ore con una mamma assistant, così risparmi anche sul prezzo che da 20 euro a ora, scende a 18/15 euro a ora.

Da consumare fino ai 3 mesi del bambino, anche per imparare a gestire due gemelli per esempio, come uscire di casa col passeggino doppio, anche in questo la mamma assistant può aiutarti, uscendo con te le prime volte. Oppure per gestire al meglio l’adattamento se hai già un altro figlio e devi imparare a dedicare il giusto tempo ad ognuno.

Un’idea semplice, il passaggio di consigli tra chi sa già e chi deve imparare: il sapere delle donne che così non va mai sprecato.

L’autore: Elisabetta Citro

Ho iniziato a lavorare per le mamme nel 2007, per un programma televisivo e per vari portali, e le donne mamme italiane mi hanno adottato, anche se non sono ancora una mamma come loro, si sono sentite sempre capite e ascoltate da me (così mi dicevano quando facevo la redattrice tv) e questo mi ha riempito d’orgoglio, oltre che farmi imparare tante cose sulle donne in generale. Scrivere di mamme è una cosa che mi ha messo in contatto con il lato più delicato, ma anche forte della femmine mamme italiane.
Email: e.citro@passionemamma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *