foto_colazione

Colazione: perché è importante farla con i figli

Che la colazione sia il pasto più importante è risaputo. Farla insieme ai propri figli per farli crescere meglio sembra invece una novità. A stabilirlo un recente studio condotto dall’Osservatorio Doxa-Aidepi “Io Comincio Bene”, nato per studiare l’evoluzione del primo pasto della giornata.

L’ultimo studio condotto sulla colazione ribadisce che questo è ancora il pasto più importante della giornata e non bisogna saltarlo per nessuna ragione al mondo. Fare colazione, possibilmente con tutta la famiglia presente, deve essere un momento di piacere e calma, un modo per soddisfare il fabbisogno alimentare, ma anche fare due chiacchiere e scambiare opinioni con le persone a noi più care.

Fare colazione con i nostri figli significa anche dare loro il buon esempio e far capire che saltare questo pasto non è salutare per la loro esistenza. I genitori che preparano la colazione e la condividono con i propri figli li educano ad un comportamento alimentare più corretto. Secondo diversi nutrizionisti, i bambini e i ragazzi che conoscono il valore importante della colazione sono anche quelli che hanno uno stile di vita migliore, ovvero mangiano più frutta e verdura e guardano meno la televisione.

Certo, con i tempi che corrono e la frenesia che regna, la nostra quotidianità non è delle più semplici e riuscire a preparare una colazione tutti insieme con la giusta calma sembra davvero un’impresa. Ma, come consiglia il manifesto dell’Osservatorio Doxa-Aidepi, ci si può premunire, magari apparecchiando la tavola e preparando gli ingredienti la sera prima. Inoltre, è consigliato far durare la colazione circa 15 minuti (quindi senza avere l’ansia dell’orologio) e cercare di variare il più possibile portando ogni giorno a tavola un nuovo ingrediente o alternando quelli che ci piacciono di più.

Qualche consiglio su come variare? Provate la centrifuga di carota e limone al posto dei soliti succhi di frutta o i latti vegetali, che presentano numerosi vantaggi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>