foto_bimbi_vite_precedenti

Bambini che ricordano le vite precedenti: il caso di Ryan

Nella dottrina orientale si crede che nei primi anni il bambino conservi e ricordi “condizionamenti” di vite passate. Colui che ha studiato questo fenomeno di rimembranza da parte dell’infante attraverso una sua personale e minuziosa ricerca di fonti e testimonianze è lo psichiatra Ian Stevenson, dell’Università della Virginia. Nei suoi numerosi libri il punto cardine riguarda proprio il fatto che alcuni bimbi appena iniziano a parlare raccontano di storie particolari precedenti alla loro nascita.

Bambini che ricordano altre vite” oppure “Segni di Nascita” sono testi del dottor Stevenson, in cui sono riportate storie di neonati che vengono al mondo con cicatrici inspiegabili alla scienza e che soltanto quando i piccoli in questione imparano a parlare, si riesce a trovare una spiegazione a volte difficile da accettare. Storie che hanno dell’incredibile e che fanno viaggiare nel tempo perché il figlio racconta ai genitori di aver vissuto determinate situazioni a volte traumatiche che gli hanno arrecato segni permanenti anche nell’attuale vita.

I mass media definiscono spesso erroneamente questi come bambini indaco, ma sbagliano perché quest’ultima tipologia si ritiene sia venuta sulla terra per migliorare la specie, mentre i piccoli che ricordano vite precedenti si sono soltanto reincarnati in altri corpi e spesso non hanno fini espliciti. Le storie giungono da tutte le parti del mondo e all’inizio sembrano assurde ma poi si svelano racconti di vita vissuta realmente in precedenza.

Ultima storia, che sta facendo il giro del web, arriva dall’ Oklahoma e ha per protagonista Ryan, un bambino che dall’età di 4 anni ha incubi ricorrenti e che sostiene di esser stato un attore di Hollywood negli anni ’30. Il suo racconto così ricco di dettagli ha sconvolto la madre che è andata avanti nelle ricerche acquistando un album fotografico di vecchie star del cinema. Suo figlio ha indicato una delle foto dove vi era un uomo, classe 1903 dal nome Marty Martyn, e dettagliatamente ha iniziato a raccontare la vita di quel signore dicendo che era stato lui quell’attore ora reincarnato in Ryan. La mamma preoccupata è ricorsa ad uno specialista il dottor Jim Tucker che attraverso delle ricerche ha confermato la veridicità del ragazzino concludendo che si tratta di fenomeni che fanno riflettere e a cui la scienza non riesce a dar ancor risposte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>