foto_pesce_bambini

Perché è importante che i bambini mangino il pesce?

Se è vero che l’intelligenza si eredita dalla mamma, è anche vero che TU mamma, puoi contribuire ad incrementare le capacità cognitive di tuo figlio. Come? Semplice e presto fatto! Preparandogli manicaretti a base di pesce!

Uno degli alimenti indispensabili nella dieta dei bambini è senza ombra di dubbio il pesce. Ricco di Omega 3, è importantissimo per lo sviluppo delle facoltà cognitive e il miglioramento delle performance neurologiche. Dovrebbe essere introdotto nella dieta dei più piccoli per almeno tre volte alla settimana.

Il suo odore forte e il suo sapore altrettanto deciso però, c’è da dire, non ci aiutano, per quello non è semplice trovare bambini che ne mangiano volentieri. Possiamo tuttavia individuare dei tipi di pesce da preparare in modo più appetibile e gustoso, così da indurre i nostri bimbi a mangiarne anche con l’aiuto di qualche escamotage.

Innanzitutto, una delle prime cose da tenere a mente è che il pesce fa bene, purchè sia consumato cotto e che i grassi in esso contenuti sono meno “cattivi” di quelli che possiamo trovare nella carne. Anche i pesci più grassi, tipo le anguille, sono comunque meno grassi di una bistecca. E’ da preferire tra tutti in assoluto, il famoso pesce azzurro, di cui le nostre acque, fortunatamente, abbondano.

E comunque di gran lunga più digeribili. Il pesce è di per se semplice da preparare e non necessita di lunghe cotture, è utilissimo come alimento per le sue virtù più note ma anche per quelle meno note come quella di proteggere dalle allergie. Sono infatti, proprio questi gli ultimi studi verso cui la ricerca si sta orientando negli ultimi tempi.

Per restare in ambito di allergie si deve andare un pò più con i piedi di piombo quando si parla di crostacei, proprio per il loro alto tasso allergizzante, e si raccomanda di non somministrarne ai bambini prima dei due anni. Nel caso poi, i vostri bimbi, proprio non preferiscono il pesce fino a rifiutarlo, ci sono dei validi sostituti vegetali per apportare le necessarie quantità di Omega 3 in oli e semi (come i semi di lino, le noci e i germi di cereali).

In quantità minore, possiamo trovare il preziosissimo Omega3 anche in verdure e legumi. Resta comunque il consiglio di seguire e far seguire ai propri bambini un’alimentazione sempre varia e sana, fatta soprattutto di alimenti freschi e preparati in casa con le vostre mani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>