foto_27_settimane

Diario della gravidanza: la ventisettesima settimana

Si comincia a fare sul serio, insomma: “27 settimane” significa terzo trimestre e, in pratica, un soffio di tempo per ritrovarmi con un secondo bambino per casa. Sto riempiendo la mia agenda di liste: di cose da fare, di nomi possibili per il bambino, di appuntamenti medici fissati e di scadenze da rispettare.

Ma andiamo con ordine. In questa ventisettesima settimana di gravidanza ho avuto la mia visita periodica dalla ginecologa del Consultorio che mi sta seguendo. Negli ultimi giorni avevo avuto la sensazione che la pancia si indurisse un po’ la sera e che questo potesse significare che ero un po’ stressata. La dottoressa ha comunque detto che tutto procede regolarmente. Dovrò fare nuovi prelievi di controllo intorno alla fine del mese.

Parlavo di liste di cose da fare… Intanto ho abbozzato una prima lista di nomi, già scremati, tra quelli che mi piacciono per un maschio. La tengo attaccata in cucina e ogni tanto la scorro e mio marito e io abbiamo occasione di parlarne durante la cena. Ecco come potrebbe chiamarsi il piccolino che sto aspettando: non sono per niente nomi strampalati.

  1. Adriano
  2. Claudio
  3. Damiano
  4. Delio
  5. Emilio
  6. Michele
  7. Saverio

Quale mi consigliereste voi?

Tra le cose che devo fare nelle prossime settimane e mesi ci sono l’organizzazione degli spazi all’interno della casa in vista dell’arrivo di quegli oggetti che ho già quasi dimenticato: la culla per i primi mesi, la “palestrina” dove far giocare il neo-arrivato, l’ovetto, il nuovo lettino.

Che altro? Ho diverse amiche che mi stanno regalando vestitini maschili, usati dai loro bambini, da 0 a 12 mesi di età. In effetti, ho notato che è una pratica comune, quella di scambiarsi magliette, body, pantaloncini. Anche per me è stato naturale regalare tante cosine della mia prima figlia ad altre amiche in attesa di una femminuccia. Il fatto è che sto accumulando questi regali graditissimi, senza sapere cosa c’è effettivamente: dovremo passare un pomeriggio a fare un po’ d’inventario e a sistemare i suoi vestitini nei cassetti che riusciremo a liberargli.

Ci sono tante altre cosette sparse nella mia “to-do-list” di questo ultimo, terzo trimestre di gravidanza: è essenziale che m’informi sulla pratica della maternità con la mia previdenza, per ricordare quali sono le scadenze da rispettare, ma è molto più divertente pensare all’oggettistica preparto che mi potrebbe servire.

Intanto mi sono appuntata qualche modello di pedana universale da poter attaccare al passeggino del piccolo in modo da poter trasportare insieme entrambi i miei bambini. Mi piacerebbe poi trovare un marsupio da utilizzare per i primi mesi.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>