Esami preconcezionali gratuiti

Tutti gli esami preconcezionali gratuiti per lui e per lei

Molto spesso, presi dal desiderio e dalla voglia incontenibili di mettere alla luce un bebè, si commette l’errore di provare a restare incinte senza prima sottoporsi agli opportuni esami preconcezionali, per lei e per lui. Anche se abbiamo sempre goduto di ottima salute e certamente il nostro bambino sarà un torello, è fondamentale fermarsi un attimo a riflettere e fare quei test e quelle analisi che permetteranno di svelare se uno dei genitori è portatore di malattie o anomalie che potrebbero essere trasmesse al feto. Meglio non rischiare, dunque. Se poi pensiamo che questi esami preconcezionali sono anche gratis, non abbiamo nessun’altra scusa per non farli.

E’ il decreto parlamentare del 20 ottobre 1998 a chiarire quali sono gli esami a carico del Sistema Sanitario Nazionale per sostenere la maternità, tuttavia sono esclusi dal pagamento a carico del cittadino anche diversi test per la coppia estremamente utili prima del concepimento. Per usufruirne basterà la prescrizione del proprio medico curante oppure del ginecologo, specificando nella ricetta medica il codice di esenzione obbligatorio M00.

Per quanto riguarda la donna in fase preconcezionale gli esami gratuiti riguardano l’anamnesi del suo stato di salute che si ottiene con un’accurata consulenza ginecologica preconcezionale, il Pap Test ed esami ah hoc quali il Rubeo test IgG, IgM per la rosolia, test HIV, epatite, gruppo sanguigno AB0 e Rh, TPHA (treponema pallidun anticorpi) VDRL (treponema pallidum anticardiolipina ) che causano la sifilide, test di Combs diretto, test di Simmel (indispensabile se sono state riscontrate anomalie nei globuli rossi), toxotest per la toxoplasmosi, emocromo per vedere se la donna è portatrice di anemia (nel caso sia positivo verrà esteso anche al futuro papà) ed altri esami di approfondimento se dalle analisi basilari emergono motivi di preoccupazione.

L’aspirante papà, invece, dovrà sottoporsi, sempre gratis, al test dell’HIV, gruppo sanguigno AB0 e Rh, TPHA e VDRL, test di Simmel, emocromo, Hb emoglobine anomale. Mentre quelli per la coppia sono il Virus immunodeficienza acquisita (HIV 1-2) anticorpi, Gruppo sanguigno AB0 e Rh (D), Treponema pallidum anticorpi (ricerca quantitativa mediante emoagglutinazione passiva), TPHA, Treponema pallidum anticorpi anticardiolipina (Flocculazione) VDRL, RPR.

Naturalmente se ci sono stati già casi di un concepimento difficile oppure di una gravidanza interrotta sono previsti altri controlli extra non previsti dal protocollo.

Rita Recchia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>