bonus-matteo-renzi-per-neomamme-80€

Sostegni statali alla maternità, domande entro il 31 gennaio

Ancora pochi giorni utili per presentare la documentazione necessaria per avere diritto agli aiuti garantiti dallo Stato per sostenere la maternità. Ci riferiamo al bonus maternità, all’assegno per il terzo figlio e al bonus per gli ultimi bebè arrivati. Il tempo a disposizione scade il prossimo 31 gennaio, praticamente dopo domani, quindi non c’è un minuto da perdere. Intanto facciamo un breve memorandum su cosa sono questi contributi sociali e a chi spettano.

L’assegno di maternità erogato dall’Inps è destinato a tutte quelle mamme lavoratrici che abbiamo maturato almeno tre mesi di contributi tra i 18 e i 9 mesi prima del parto; alle madri adottanti e/o affidatarie. La domanda va presentata presso la sede Inps di competenza entro 6 mesi dalla nascita del bambino o dall’effettivo ingresso del minore in famiglia nel caso di adozione o affidamento. In caso di abbandono da parte da parte della madre, può essere presentata anche dal padre. C’è poi l’assegno di maternità erogato del Comune, non cumulabile con altri ammortizzatori sociali. Tutte le info necessarie sono consultabili sul sito dell’Inps (www.inps.it).

Poi c’è l’assegno per nucleo familiare con tre figli minori, concesso dal Comune di residenza ma erogata dall’Inps al quale bisogna presentare la domanda. Bisogna essere cittadini italiani o comunitari residenti nel territorio; avere tre figli minori di 18 anni a carico e conviventi; una situazione reddituale aggiornata entro i limiti Inps.

Infine il contributo per il nuovo nato, un bonus di 80/160 euro (il valore varia a secondo del reddito) da parte dell’Inps.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>