Esami per il futuro papà

E’ boom dei test di paternità: il 10% dei figli è illegittimo

In Italia sono sempre di più gli uomini e i figli che fanno ricorso al cosiddetto test di paternità, ovvero quel test che permette di stabilire con assoluta certezza quale sia il padre biologico. Al momento non sono ancora stati diffusi dati ufficiali, ma si stima un incremento costante dell’utilizzo di tali test, tale da essere definito come un vero e proprio “boom di test di paternità“.

Nel nostro Paese circa il 10% dei bambini sarebbe frutto di rapporti extraconiugali e questo spiega il sempre maggiore ricorso dai padri ai test di paternità. Non sono perciò solo attori e personaggi famosi a voler accertare scientificamente la paternità, come i recenti casi di cronaca di Balotelli, Mel Gibson e Justin Bieber, ma persone comuni con una vita normale.

La procedura per effettuare il test è molto semplice: è sufficiente un capello strappato con il bulbo o un chewingum masticato senza zucchero. Se poi i figli sono grandi, vanno bene anche mozziconi di sigaretta. Il materiale deve essere chiuso in busta e rispedito al laboratorio analisi prescelto. Dopo 5 giorni arriva il risultato, nei casi più urgenti bastano 48 ore.

Ovviamente nell’eseguire il test di paternità viene garantita la massima riservatezza, e i prezzi vanno dai 100 ai 200€ circa, cifre assolutamente abbordabili per chiunque. Negli Usa il kit per il riconoscimento di paternità viene venduto nei supermercati a 16€ la confezione, mentre in Italia la gente preferisce le offerte trovate su Internet. Molti padri fanno ricorso a questi test soprattutto in sede di separazione, sperando in questo modo di non dover pagare gli alimenti per i figli.

Bisogna precisare che questi test di paternità fai da te hanno uno scopo esclusivamente informativo, e non valgono come prova in tribunale, dove l’iter è più complesso. Per quanto riguarda i risultati, un uomo su tre scopre di non essere il padre biologico del figlio che porta il suo cognome!

Sono dati davvero impressionanti, che fanno capire come mai si sia verificato questo boom di test di paternità, e rappresentano per la società un fenomeno nuovo e complesso, che comporta gravi conseguenze per il padre, la stabilità della famiglia e, soprattutto, per i figli.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>