foto_Ecografia_Morfologica

Dalla diciannovesima alla ventidueesima settimana di gravidanza: l’ecografia morfologica

Dalla diciannovesima settimana di gravidanza lo sviluppo del vostro bambino diventa sempre più specifico. E’ in questo periodo infatti che il ginecologo decide di fare l’ecografia morfologica per studiare accuratamente gli organi. Un appuntamento importante che vi svelerà la salute del vostro bambino e il suo sesso qualora non si sia ancora visualizzato nelle precedenti ecografie.

A 19 settimane il feto pesa circa 200 gr per arrivare a 350gr alla 22esima settimana. Le aree del cervello cominciano a specializzarsi nelle percezioni sensoriali, soprattutto quelle uditive, e all’interno delle gengive si formano i primi dentini. Se si tratta di una femminuccia cominceranno a formarsi i suoi ovociti.

Il feto ora può nettamente distinguere la voce del papà, ed è bene che lui parli al suo piccolo perché le voci conosciute lo rassicurano; invece si spaventa quando sente rumori forti. Adora la musica classica soprattutto Mozart, all’ascolto della quale prende a volteggiare come in una danza. Tutto quello che decidete di ascoltare in gravidanza in ogni caso verrà memorizzato dal feto e sarà tranquillizzante per il neonato anche fuori dall’utero.

Voi per contro, a partire dalla diciannovesima settimana potreste sentire l’aumento del peso ed accusare stanchezza, mal di schiena e qualche piccolo dolore all’addome a causa dello stiramento del legamento rotondo. Questi fastidi rientrano nella fisiologia, soprattutto se si tratta di un utero retroverso, che nel quinto mese si anteriorizza. Una eccesiva spossatezza, pallore del viso e capogiri potrebbero essere la spia di una mancanza di ferro da indagare con gli esami del sangue.

Sulla pelle potrebbero comparire adesso i primi inestetismi. E’ del tutto normale e transitorio osservare macchie scure lungo la linea ombelicale, sul pube, nel cavo ascellare, ai capezzoli e sul viso il cosi detto cloasma gravidico. Queste iper-pigmentazioni sono dovute ad un accumulo di melinanina per effetto degli ormoni della gravidanza.

In questo periodo il vostro bambino assorbe tanti liquidi per formare il liquido amniotico, pertanto potreste avere pelle secca e desquamante come segno di una iniziale disidratazione. Bevete molta acqua naturale (almeno 2,5 litri al giorno in piccoli sor) e proteggete la pelle dalla comparsa di rughe e smagliature utilizzando i prodotti adeguati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>