foto_donna_alimentazione

Cosa non mangiare per rimanere incinta

L’alimentazione è una parte fondamentale della nostra vita, anche quando desideriamo ardentemente una gravidanza. Recenti studi hanno chiarito che tra le maggiori cause dell’infertilità c’è proprio l’abitudine ad avere una cattiva alimentazione, ricca di grassi e abitudini sbagliate. Di cosa bisogna dunque fare a meno, affinché la cicogna bussi anche alla nostra porta?

La prima cosa alla quale dobbiamo stare attenti se vogliamo rimanere incinta é l’uso dei carboidrati. Una dieta troppo ricca di carboidrati può portare all’infertilità. Il motivo? A quanto pare un’alimentazione sbilanciata di carboidrati determina una scorretta risposta insulinica nell’organismo, la quale si ripercuote negativamente sulla funzione ovarica.

Un’altra buona abitudine che dovrebbe essere ridotta è quella legata all’uso degli alcolici. Abbondare con birra, vino e cocktail durante la settimana può bloccare l’ovulazione e l’assorbimento dello zinco, sostanza fondamentale per la produzione dello sperma. Quindi va bene berne ogni tanto, ma mai esagerare facendola diventare un’abitudine quotidiana.

Sempre restando in tema di bevande, c’è una sostanza contenuta in essa che va tenuta sott’occhio: stiamo parlando della caffeina, presente non solo nel caffè, ma anche nella Coca Cola, nella cioccolata e nel té. Dosi elevate di caffeina possono indurre ad un ritardo nel concepimento.

Tra le altre abitudini che possono portare all’infertilità e non sono strettamente legate all’alimentazione troviamo il fumo e la sedentarietà. E’ stato evidenziato in più studi scientifici che chi fuma abitualmente è maggiormente indotto ad essere sterile.

L’attività fisica, sia per chi vuole rimanere incinta che non, fa bene a tutte le età, soprattutto se svolta con regolarità. Basta poco, una passeggiata o una pedalata, per avere subito degli effetti positivi sul corpo e sulla mente.

Volete rimanere incinte? Non vi resta che tenere sotto controllo queste abitudini, che se protratte a lungo possono rivelarsi dannose!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>