foto_cosmetici_gravidanza

Terapie cosmetiche in gravidanza? Sì, ma con attenzione

La donna vuole sempre esser bella e anche quando è incinta fa tanta attenzione ai vari trucchi e creme da usare. E’ importante conoscere quindi le linee guida dell’ AIFA (agenzia italiana del farmaco) riguardanti l’uso di prodotti per la cura della pelle in gravidanza . Ai vari prodotti non è stato associato alcun aumento di malformazioni congenite o di altri effetti negativi sullo sviluppo del feto; ciò non toglie che i cosmetici debbano essere comunque usati con cautela per la composizione chimica che contengono, infatti per molti prodotti in circolo non biologici vi sono restrizioni specifiche per la gravidanza.

Durante la gestazione alcune donne soffrono della nota acne gravidica, perciò le future madri odiano vedersi il viso tempestato di brufoli e magari ricorrono, sbagliando, all’acido retinoico. Le creme che lo contengono sono da evitare, meglio usare, senza però abusarne, l’acido glicolico, noto anche per le verruche. I prodotti naturali sono sempre i più sicuri in questi casi, oppure non resta che aspettare finisca questa fase di acne gravidica.

Alcune donne, anche in dolce attesa, non vogliono rinunciare alla tintarella, ma le lampade abbronzanti per le future madri sono da evitare come anche i numerosi prodotti autoabbronzanti in commercio che presentano coloranti. Il calore delle lampade potrebbe provocare nella donna cali di pressione.

Le creme antismagliature sono molto usate per combattere le cosiddette “striae gravidarum”, possono essere adoperate per contenere le tipiche linee della pelle che si localizzano maggiormente su pancia e gambe, in commercio di prodotti del genere se ne trovano molti e specifici per le donne in attesa.

Bisogna anche stare attente al tipo di repellenti per insetti usati per le punture ma comunque queste creme in genere vengono assorbite solo a livello epidermico senza dar problemi. Un discorso diverso va fatto per le tinture dei capelli, partendo dal presupposto che bisogna usare solo prodotti certificati, si sconsiglia di usare colorazioni aggressive specie nel primo trimestre di gravidanza.

Insomma durante la gestazione bisogna essere attente a ciò che si usa, leggere le etichette ed affidarsi a venditori di fiducia è indispensabile. Se invece si vuol andare sul sicuro, prodotti anti allergici e biologici possono sicuramente essere un’ottima soluzione, perché alla cura di se stesse non si deve mai rinunciare, specie quando si vive il periodo della vita indice per eccellenza dell’apoteosi femminile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>