foto_tatuaggio_bimbi

Tatuaggi per i bambini: un gioco che diventa moda

Erano gli anni ’90 e da gomme, caramelle e patatine, uscivano come gadget dei tatuaggi applicabili sulla pelle dei bambini raffiguranti eroi e principesse. All’epoca la moda iniziò a spopolare al punto tale che ogni bimbo giocava facendo a gara con i suoi amici per decorarsi braccia, polsi e mani, questo avveniva in particolar modo all’aperto e nei mesi più caldi in modo da poter sfoggiare meglio i disegni. Da allora le cose non sono cambiate molto, anzi si è giunti anche ad un vero e proprio business dei tattoo contraffatti che purtroppo nuocciono alla pelle dei più piccoli e bisogna quindi stare molto attenti a ciò che si usa.

I rischi che la Food and Drug Administration statunitense ha ritrovato nei tatuaggi temporanei riguarda il fatto che questi hanno aumentato reazioni allergiche perché negli inchiostri, in genere, vi sono coloranti azoici presenti in colori quali il rosso, il giallo ed il corallo. I Tattoo all’hennè invece hanno meno controindicazioni, ovviamente bisogna sempre accertarsi dei materiali che vengono usati, perché nella miscela ci sono comunque componenti che possono causare pruriti, bruciori, vesciche e arrossamenti e nei casi più rari ed estremi gravi reazioni allergiche.

Molto utili fra i tatuaggi trasferibili con l’acqua, ossia quelli con la pellicola che una volta bagnata fa restare il disegno sulla pelle, sono i Tatoo di sicurezza. Questi sono importanti soprattutto quando si decide di viaggiare in una città straniera con i propri bambini in quanto sono personalizzabili e vengono applicati sulla cute del piccolo con nome e numero di telefono dei genitori. Questo prodotto è utile in particolar modo per i bimbetti sotto i 3 anni che magari si smarriscono in luoghi stranieri. Può essere applicato nell’interno dell’ avambraccio del figliolo così da non esser visto da tutti, è colorato e allegro e dura un paio di giorni e per toglierlo basta usare un batuffolo imbevuto d’olio.

Ormai è anche di moda, per molti genitori, dedicare un tatuaggio ai propri figli e gli stessi sono incuriositi da questi disegni o scritte che compaiono sul corpo dell’adulto di riferimento. Così per accontentare lo spirito di imitazione dei piccini, ecco che, soprattutto nei mesi estivi, è facile trovare sulle spiagge famiglie con le stesse macchie di inchiostro, che però soltanto per i bimbi sono all’ henneè semipermanente.

Anche i giocattoli cambiano e le bambine oggi si ritrovano a giocare con pupazzi a passo coi tempi come Barbie Tatuaggio o il meno conosciuto Orso Tattoo, le adolescenti, che non essendo ancora maggiorenni senza autorizzazione dei genitori non possono disegnare il proprio corpo, sognano tatuaggi alla Justin Bieber. L’importante è che per i piccoli, che si divertono a mostrare e a scambiarsi striscioline di carta applicabili sulla pelle, si comprino prodotti facilmente rimovibili e soprattutto certificati, poi, una volta assicurata la provenienza, si può far liberare la fantasia con disegni sul corpo dei piccini.

<
>

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>