foto_depressione

Rebecca Blues: un app cura la depressione post partum

La depressione post parto è sempre più diffusa tra le neo mamme e curarla non è sempre facile. Oggi arriva in aiuto un’app dal nome Rebecca Blues, che ha lo scopo di prevenire la depressione pre e post parto.

I dati sono preoccupanti, in quanto secondo una recente ricerca sono oltre 80 mila le donne che ogni anno si ammalano di depressione post parto e soltanto 20 mila vengono concretamente aiutate.

Perciò 60 mila donne vengono lasciate sole in un momento tanto delicato quanto quello del post parto, senza un sostegno professionale che le faccia godere pienamente della bellezza della maternità.

Per risolvere il problema è stata creata l’app Rebecca Blues, che può essere scaricata gratuitamente da tutte le donne sul proprio tablet e smartphone.

L’obiettivo principale di questo strumento è quello di rafforzare il legame medico-paziente, attraverso un percorso di formazione e autodiagnosi a stretto contatto con il proprio medico.

Il progetto Rebecca Blues è stato ideato da Strade onlus e Rebecca fondazione, ed è coordinato dallo psichiatra Antonio Picano, dirigente dell’ospedale San Camillo di Roma.

I danni provocati dalla depressione post parto sono numerosi e lo scopo del progetto Rebecca Blues è quello di curare la depressione fornendo un supporto alla maternità accessibile a tutte le donne.

I dati indicano che il quoziente intellettivo dei figli delle madri depresse è più basso di 5 punti, mentre la tendenza ad ammalarsi è sette volte maggiore. Per non parlare dei casi più gravi in cui la depressione può indurre a conseguenze tragiche come il suicidio o l’infanticidio.

Questo progetto segna sicuramente un passo in avanti nella cura della depressione post parto ed infatti sta già riscuotendo grande successo tra le donne!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>